16 Comandi utili di CMD che devi conoscere

, Author

Ad Blocker (Adblock) Detected

Stai bloccando la visualizzazione degli annunci./>Più informazioni: Come disabilitare gli ad blocker su un sito web
↓ Scorri in basso per vedere il resto dell’articolo ↓
Supporta malekal.com

Il prompt dei comandi di Windows è pieno di comandi utili.
In questo articolo, abbiamo dato i principali: Elenco dei comandi del prompt dei comandi di Windows (CMD).

Ci sono alcune cose che si possono fare solo dalla riga di comando, anche in Windows.
In effetti alcuni strumenti non hanno controparti grafiche, mentre altri sono semplicemente più veloci da usare rispetto alle loro interfacce grafiche.
Alcuni comandi CMD sono così utili e facili da usare che anche gli utenti regolari vedono il prompt dei comandi di Windows come una parte fondamentale del sistema operativo.

Ecco 16 dei migliori comandi CMD che dovreste conoscere se volete avere più controllo sul vostro PC Windows.

16 utili comandi di Windows (CMD) che devi conoscere

16 utili comandi di Windows (CMD) che devi conoscere

Come promemoria, c’è un articolo completo che ti dà tutti i metodi per accedere al prompt dei comandi.
Più informazioni:

Da lì, è possibile utilizzare i comandi utili suggeriti in questo articolo.

Questi utili comandi CMD sono disponibili su Windows 7, 8 e 10.

ATTRIB: cambiare gli attributi di un file

Il primo comando CMD che presentiamo è Attrib.
Questo dà la possibilità di visualizzare o cambiare gli attributi di un file.
Per esempio per rimuovere l’attributo di sola lettura o nascosto a un file.

Qui usiamo -R per rimuovere l’attributo di sola lettura e -H per nascosto.

attrib -R -H nomdufichier

Il + d’altra parte aggiunge l’attributo al file

attrib +R +H nomdufichier

Per la lista degli attributi e altri esempi di utilizzo degli attributi, seguite questo articolo:

ASSOC: mostra le associazioni di file

Ecco il comando ASSOC che puoi usare nel prompt dei comandi.
Elenca le associazioni di file.

Infine ASSOC è anche in grado di modificare le associazioni di file.
Ad esempio per modificare l’associazione di file sull’estensione .doc

assoc .doc=Word.Document.8

Per maggiori informazioni su questi, leggete:

DRIVERQUERY: lista dei driver di Windows

Il comando driverquery genera una lista di tutti i driver hardware installati in Windows.
Genera un rapporto dei driver installati che è possibile salvare per riferimento futuro o per cercare il numero di versione di un driver attualmente installato in modo da poter prendere una decisione migliore se si sta considerando l’aggiornamento.

Queste sono alcune opzioni e impostazioni:

  • /s Questa opzione permette di specificare il nome o l’indirizzo IP di un computer remoto per cercare i driver che ha installato.
  • /si Questa opzione mostra le informazioni sulla firma digitale dei driver.
  • /fo Questa è davvero l’opzione chiave che userete con driverquery. Permette di specificare il formato di visualizzazione delle informazioni in modo da poterle salvare in modo più efficiente come rapporto. Dopo aver digitato / fo, aggiungete una delle seguenti opzioni: TABLE (la vista predefinita), LIST (che elenca ogni conducente con tutte le sue informazioni una dopo l’altra), e CSV (che visualizza i dati come valori separati da virgole).
driverquery /fo CSV > drivers.csv

FC: Confronta due file di testo

Il comando FC esegue un confronto di file ASCII o binario ed elenca tutte le differenze che trova.
Questo è un comodo comando CMD per confrontare due file.

Per esempio per confrontare due file di testo:

Fc /a fichier1.txt fichier2.txt

O per confrontare due file immagine (binari):

 Fc /b Picture1.jpg Picture2.jpg 

Per confronti più avanzati, esistono strumenti gratuiti.
Il seguente articolo vi dà alcuni esempi per confrontare il contenuto di due cartelle.

IPCONFIG: visualizzare la configurazione IP

Ipconfig è il comando di rete di Windows da conoscere.
In effetti, permette un sacco di cose come:

  • Mostra la configurazione IP di Windows
  • Vuota la cache DNS
  • Vuota la cache ART

ipconfig per mostrare la configurazione della rete:

ipconfig /all

Infine, per svuotare la cache DNS, si usa così:

ipconfig /flushdns

Per maggiori dettagli su questo comando, leggete questo tutorial:

PING: controllare la latenza e la connettività

Il comando ping è usato per ottenere la latenza e controllare la connettività ad un server/computer remoto.
Si usa spesso per risolvere problemi di connessione.

Quando si usa il ping, Windows invia pacchetti all’indirizzo specificato.
Si può usare un nome o l’indirizzo IP reale. Il server a quell’indirizzo IP risponderà e vi farà sapere che li ha ricevuti.
Quindi questo vi informa:

  • Se i pacchetti non sono arrivati a destinazione (perdita di pacchetti).
  • Quanto tempo ci è voluto per ottenere la risposta. Questo si chiama latenza (controllare la saturazione della rete, ecc.).
Il comando CMD ping

NETSTAT: mostra le connessioni di rete

netstat è un comando molto utile per elencare le connessioni di rete stabilite o le porte aperte.

Per visualizzare tutte le connessioni di rete stabilite e in sospeso dal prompt dei comandi

netstat -a -n

La seguente guida fornisce tutti i metodi per visualizzare ed elencare le connessioni di rete Windows in tempo reale.

NET USE: creare o eliminare gli account utente di Windows

Il comando CMD net use ti permette di eseguire molte operazioni.
Per esempio manipolare gli account utente di Windows.

Per esempio puoi creare molto facilmente un account utente in questo modo.
Sostituisci nome utente e password con il nome utente e la password che vuoi assegnare.

net user nomutilisateur motdepasse /add

Per farlo entrare in un gruppo:

net localgroup nomdugroupe nomutilisateur /add

Infine net uso nel prompt dei comandi per eliminare un account utente:

net user nomutilisateur motdepasse /delete

Per maggiori dettagli sulla creazione o l’eliminazione di account dalla riga di comando, seguite questo articolo completo:

USO DELLA RETE: creare un’unità di rete

Ma l’uso della rete non si ferma qui, poiché questo comando gestisce anche le condivisioni di rete.
Oltre ad essere in grado di condividere una cartella, è anche possibile creare unità di rete.

La sintassi di utilizzo della rete per creare un’unità di rete:

net use lettre: \\UNC /USER:<utilisateur> <mot de passe>

Per esempio per creare l’unità di rete con la lettera Z che punta alla condivisione

net use lettre: \\UNC /USER:<utilisateur> <mot de passe>

Quindi l’accesso avviene con l’utente demo e la password toto :

net use Z: \\Mac-PC\test /USER:demo toto

Per maggiori informazioni sull’uso del comando CMD net use nel contesto delle condivisioni di rete:

SFC: controllo e riparazione dei file di sistema

SFC è un comando molto vecchio che controlla l’integrità dei file di sistema di Windows.
Quando SFC rileva un file di sistema corrotto, cerca di ripararlo.
SFC è un comando CMD molto utile per riparare Windows.

È possibile utilizzare SFC nel prompt dei comandi di Windows o dall’ambiente WinRE.

Il comando predefinito per controllare il vostro Windows è:

sfc /scannow

Ecco la lista dei parametri SFC:

  • /VERIFYONLY: Controlla l’integrità ma non ripara i file.
  • /SCANFILE: controlla l’integrità di file specifici e li ripara se sono corrotti.
  • /VERIFYFILE: controlla l’integrità di file specifici ma non li ripara.
  • /OFFBOOTDIR: usalo per eseguire riparazioni su una directory di avvio offline.
  • /OFFWINDIR: usalo per eseguire riparazioni su una directory di Windows offline.
  • /OFFLOGFILE: specifica un percorso per salvare un file di registro con i risultati della scansione.

Questo articolo completo vi guida attraverso l’uso di SFC:

SHUTDOWN: spegnere il PC con CMD

Il comando SHUTDOWN è un comando abbastanza versatile che vi permette di spegnere il computer ma di controllare il comportamento dello spegnimento.
E’ tipicamente usato come un compito programmato o come parte di un lavoro batch del computer dopo che le patch sono state applicate a un sistema informatico.

Riavvia Windows, il computer sarà riavviato per riavviare Windows:

shutdown /r

Spegni completamente il PC:

shutdown /s

Infine, il comando di spegnimento da utilizzare per accedere alle opzioni di ripristino di Windows 8 o Windows 10, ecco la sintassi da utilizzare:

shutdown /o /r

Altri esempi sono dati nella pagina seguente:

SYSTEMINFO: mostra informazioni di sistema

Questo comando CMD poco conosciuto è molto utile.
In effetti, permette di conoscere la configurazione hardware del vostro PC ma anche di Windows.

Basta aprire il prompt dei comandi e digitare systeminfo.
Allora si ottiene la seguente configurazione hardware e software:

Il seguente articolo elenca tutti i metodi per scoprire la configurazione hardware del PC:

TASKLIST: elencare i processi

In Windows, possiamo anche ottenere la lista dei processi in esecuzione sul sistema dal prompt dei comandi. Possiamo usare il comando ‘tasklist’ per questo scopo.
Utilizzando questo comando, possiamo elencare selettivamente i processi in base a criteri come lo spazio di memoria utilizzato, il tempo di esecuzione, il nome del file immagine, i servizi in esecuzione nel processo, ecc.

Ecco alcuni esempi di utilizzo:

tasklist /v /fi "PID gt 1000" /fo csvtasklist /fi "USERNAME ne NT AUTHORITY\SYSTEM” /fi "STATUS eq running”tasklist /v /fi "STATUS eq running”tasklist /s srvmain /nhtasklist /s srvmain /s srvnytasklist /s srvmain /u maindom\hiropln /p /nh 

TASKKILL: uccidere un processo

Senza dubbio avete familiarità con il modo tradizionale di uccidere o fermare un processo in Windows utilizzando il Task Manager. Questo metodo è efficace ma non così divertente come uccidere un processo nel prompt dei comandi.
Inoltre, uccidere i processi nel prompt dei comandi fornisce molto più controllo e la possibilità di terminare più processi contemporaneamente.

Ecco alcuni esempi di come usare il comando taskkill:

taskkill /pid 26356 /ftaskkill /fi "USERNAME eq Pratik" /ftaskkill /s VictimsDesktop /u RemoteAccountName /p RemoteAccountPassword /im notepad.exe /f 

Per un uso più completo di taskkill, seguite questo articolo:

Per un modo generale di forzare la chiusura di un programma su Windows, leggete questo articolo:

TRACERT: fare un traceroute

tracert è un comando molto utile che permette di controllare il percorso fatto dai pacchetti per raggiungere una destinazione.
Questo è utile quando si incontrano problemi di connessione.
In effetti, si può controllare a quale livello i pacchetti si bloccano.

tracert destination

Esempio:

tracert www.malekal.com
Il comando tracert su Windows per eseguire un traceroute

Per maggiori informazioni, seguire questo articolo più completo:

XCOPY: copiare file al prompt dei comandi

Finalmente finiamo con il comando CMD xcopy.
Consente, come suggerisce il nome, di copiare file o cartelle nel prompt dei comandi.

Con xcopy è possibile copiare un’intera cartella in un’altra posizione.
Per esempio:

xcopy C:\superdossier F:\sauvegardes-donnees /E

Per altri esempi e uso di xcopy per copiare file in CMD, seguite questo articolo:

Links

Avete appena visto i migliori comandi CMD da conoscere.
Ma naturalmente ci sono altri comandi.
I seguenti articoli ne elencano altri.

  • Lista dei comandi del Prompt dei Comandi di Windows (CMD)
  • 6 comandi CMD per pulire il tuo PC nel Prompt dei Comandi

Hai trovato questo articolo utile e interessante, sentiti libero di condividerlo…

Questo articolo è rilasciato sotto licenza Creative Commons BY-NC-SA.
Ti è permesso condividere e modificare questo articolo, a condizione che tu dia credito al sito e alla licenza, usi la stessa licenza se modifichi l’opera, e non ne fai un uso commerciale.

Trova la soluzione sul forum di aiuto

Hai raggiunto la fine dell’articolo 16 comandi CMD utili da conoscere ma non hai trovato la soluzione al tuo problema…
Segui questi messaggi del forum per trovare una risposta:
O crea la tua applicazione per ottenere aiuto gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *