9.5 Ventures sfonda nel corporate venturing e raccoglie 25 milioni

, Author

25 novembre 2019 | Category:news

PRESS RELEASE
25 novembre 2019

9.5 Ventures, un fondo di venture capital aziendale, chiude un notevole aumento di capitale in soli sette mesi
Fondo di venture capital 9.5 Ventures chiude con successo un aumento di capitale di 25 milioni di euro, il secondo dalla sua nascita due anni fa.
9.5 Ventures, noto per aver creato le joint venture The Park (con Telenet) e Avail (con Schoenen Torfs), è il primo fondo di venture capital in Europa per creare start-up con grandi aziende e portarle sul mercato – un’attività che va sotto il nome di “corporate venturing”. La formula è sempre più attraente per le aziende belghe e internazionali, come dimostra la velocità con cui 9.5 Ventures è stata in grado di attrarre capitale fresco.

I 25 milioni provengono da noti imprenditori-investitori fiamminghi, tra cui i veicoli di investimento di Philippe Vlerick, Thomas Leysen, la famiglia Bostoen, con la società di investimento Algimo, e Jo De Backer.

David Vlerick: “La portata di 9.5 Ventures, che fa nascere aziende lungimiranti e poi le aiuta a crescere e prosperare, è unica e promette di plasmare un futuro straordinario in modo mirato. Soprattutto perché è accoppiato con un modello di partnership con aziende che la pensano allo stesso modo e che portano la loro conoscenza, esperienza, rete e un complemento in termini di leva”.

Inoltre, anche gli investitori istituzionali stanno iniettando capitale nel fondo e in particolare la holding pubblica federale SFPI-FPIM, come società d’investimento delle autorità federali, così come finance&invest.brussels, l’investitore pubblico di Bruxelles.

Matthieu De Posch (SFPI-FPIM): “SFPI-FPIM è convinto dell’unicità del fondo. Crediamo che il matrimonio tra lo spirito imprenditoriale e la velocità di un fondo VC, combinato con la forza d’urto delle grandi aziende, possa generare start-up straordinarie e ad un ritmo molto veloce.”

Pierre Hermant (finanza&invest.brussels): “Il Corporate Venturing è un tema strategico all’interno della finanza&invest.brussels. Sosteniamo pienamente la visione e la metodologia di 9.5 Ventures, che gioca sui fattori critici di successo per permettere alle start-up di innovare in modo concreto e imprenditoriale”.

9.5 Ventures coinvolge anche “investitori attivi” nel fondo e nel suo funzionamento. Questi investono quindi nel fondo, ma siedono anche attivamente nei consigli di amministrazione delle start-up fondate da 9.5 Ventures. Sono al timone e preparano la nuova gestione per il dispiegamento sul mercato. Tra gli imprenditori di alto profilo attratti da questa formula ci sono Jo Buekens (ex-Conteyor, ex-Indaver), Caspar Van Rhijn (Mediahuis) e Alex Brabers, ex membro del consiglio Gimv.

Jo Buekens: “Costruire qualcosa da zero combinando i punti di forza delle grandi aziende con l’innovazione, la flessibilità e lo spirito imprenditoriale di una start-up mi è sembrata fin dall’inizio una formula di successo, che sono stato felice di sostenere.”

Caspar Van Rhijn: “Dal mio primo contatto con 9.5 Ventures, sapevo che questo fondo soddisfaceva un bisogno reale nel mercato: un fondo di corporate venturing che combina una metodologia unica con l’esperienza di investitori attivi che mettono la loro pelle nel gioco.”

Alex Brabers: “Il modello di business di 9.5 Ventures è unico e attraente: la situazione economica del fondo è influenzata positivamente dal suo ruolo di co-fondatore di nuove aziende e grazie alla sua cooperazione operativa con le grandi aziende.”

“Il 75% delle iniziative di corporate venturing nelle grandi aziende fallisce.”

Le cose si stanno muovendo velocemente per 9.5 Ventures. Fondata nel 2017 da sei imprenditori-investitori fiamminghi, da allora ha commercializzato una metodologia per fondare corporate venture in partnership con grandi aziende.

Questa scelta, secondo Pieter Van de Velde, General Partner di 9.5 Ventures, risponde a una chiara esigenza del mercato: “I CEO di grandi aziende sono costantemente alla ricerca di nuovi modi per innovare, per essere dove non ci si aspetta e per prendere d’assalto il loro mercato. Eppure la ricerca ci mostra che il 75% delle loro iniziative di corporate venturing falliscono. La nostra metodologia, che si basa sulla struttura di un fondo, fornisce la risposta giusta, come dimostrato dai risultati positivi dei progetti The Park e Avail.”

Secondo Pieter Van de Velde, 9.5 Ventures ha colto una formula unica: “Ciò che distingue il nostro fondo è che costruisce e investe in joint venture con queste multinazionali. 9.5 Ventures stesso investe un euro per ogni euro apportato da un’azienda. Questo impegno finanziario va di pari passo con quello che chiamiamo “putting your skin in the game”: gli investitori attivi entrano nei consigli di amministrazione delle start-up per allenare il team di gestione che si è appena costituito – e che reclutiamo insieme.”

E questo interesse si manifesta anche a livello internazionale. 9.5 Ventures conferma di aver già firmato “Memorandum of Understanding” per creare joint venture con note multinazionali in Germania e nei Paesi Bassi.

Ma secondo Pieter Van de Velde, non c’è motivo di fermarsi qui: “Stiamo lavorando con grandi e ambiziose multinazionali che hanno il loro centro decisionale in Europa. Nel segmento B2C, FMCG, vendita al dettaglio e intrattenimento, tra gli altri, sono promettenti. Detto questo, la nostra metodologia si sta dimostrando particolarmente adatta anche per i settori B2B, e le tecnologie per il settore delle costruzioni e per le risorse umane sembrano avere molto potenziale.”

Due progetti di punta: un concetto di gioco VR e una piattaforma sociale di e-commerce

Nel frattempo, i primi progetti di investimento di 9.5 Ventures stanno dando i loro frutti. Il Parco, una joint venture con Telenet, offre camere per il gioco in realtà virtuale (VR). Lanciato nel 2018 ad Anversa, The Park ha già quattro filiali e molte altre dovrebbero seguire, come suggeriscono i suoi ambiziosi piani di crescita. Il concetto non solo piace ai consumatori (più di 60.000 visitatori già dall’inizio), ma si presta anche alle gite aziendali: circa un terzo delle entrate proviene da clienti B2B. Allo stesso tempo, The Park sta arando il suo solco nel campo della proprietà intellettuale con lo sviluppo in-house di tre giochi finora.

John Porter, CEO di Telenet: “The Park è un pioniere nel futuro dell’intrattenimento, un settore in cui ogni giocatore di telecomunicazioni deve essere attivo”.

Avail, la piattaforma sociale di e-commerce per le marche di moda emergenti e che permette ai “curatori” (influencer, appassionati di moda, ecc.) di creare il proprio negozio virtuale, è stata lanciata a settembre in una joint venture con Schoenen Torfs. In due mesi, la piattaforma può già contare su più di 40.000 visitatori unici le cui attività sono distribuite in una quindicina di paesi. Soprattutto nel Regno Unito, c’è un forte interesse per la formula, dato che questo paese da solo rappresenta circa il 40% delle interazioni sulla piattaforma.

Pieter Van de Velde, direttore generale di 9.5 Ventures: “È notevole: una start-up belga riesce ad avere un impatto internazionale fin dall’inizio, un’impresa che pochi “pari” avevano raggiunto in precedenza nel loro paese.”

Di 9.5 Ventures
9.5 Ventures è il primo fondo di venture capital specializzato nel corporate venturing.
9.5 Ventures sviluppa e investe in joint venture in collaborazione con aziende leader, rendendo il corporate venture capital (CVC) disponibile agli investitori privati. Attualmente gestisce più di 25 milioni di euro di capitale di rischio. l motto di 9.5 Ventures è “colpire forte piuttosto che colpire molti”. Nei prossimi tre-cinque anni, il fondo selezionerà e lancerà una decina di corporate ventures.

https://ninepointfive.vc/home
Pieter Van de Velde, direttore generale di 9.5 Ventures: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *