Air China (Italiano)

, Author


Storia iniziale della compagniaModifica

Un Boeing 747SP di Air China nel 1992

Air China è stata costituita e ha iniziato le operazioni il 1 luglio 1988 a seguito della decisione del governo cinese alla fine del 1987 di dividere le divisioni operative della Civil Aviation Administration of China (CAAC Airlines) in sei compagnie aeree separate: Air China, China Eastern, China Southern, China Northern China Southwest e China Northwest. Ad Air China fu data la responsabilità primaria dei voli intercontinentali e prese in consegna gli aerei a lungo raggio di CAAC (Boeing 747, 767 e 707) e le sue rotte.

Nel gennaio 2001, le dieci compagnie aeree dell’ex CAAC concordarono un piano di fusione in base al quale Air China avrebbe acquisito China Southwest Airlines. Prima dell’acquisizione, Air China era la quarta compagnia aerea nazionale del paese. La fusione ha creato un gruppo con un patrimonio di 56 miliardi di yuan (8,63 miliardi di dollari) e una flotta di 118 aerei. Nell’ottobre 2002, Air China si è consolidata con China National Aviation Holding e China Southwest Airlines.

Un Airbus A340-300 di Air China nel 2004

Un aereo (Airbus A330) della compagnia aerea nei colori di Star Alliance

15 dicembre 2004, Air China è stata quotata con successo nelle borse di Hong Kong e Londra. Nel 2006, Air China ha firmato un accordo per unirsi a Star Alliance. È diventata membro dell’alleanza il 12 dicembre 2007, insieme a Shanghai Airlines.

Nel luglio 2009, Air China ha acquistato 19,3 milioni di dollari di azioni della sua filiale in difficoltà Air Macau, aumentando la sua partecipazione nel vettore dal 51% all’80,9%. Un mese dopo, Air China ha speso 6,3 miliardi di HK$ (813 milioni di dollari) per aumentare la sua partecipazione in Cathay Pacific dal 17,5% al 30%, espandendo la sua presenza a Hong Kong.

Sviluppo dal 2010Modifica

Nell’aprile 2010, Air China è diventata l’azionista di maggioranza di Shenzhen Airlines, aumentando la sua partecipazione nella compagnia.Questo ha permesso ad Air China di rafforzare ulteriormente la sua posizione a Pechino, Chengdu e Shanghai e di bilanciare la sua rete nazionale.

Il 23 dicembre 2010, Air China è diventata la prima compagnia aerea cinese ad offrire biglietti combinati che includono voli nazionali e servizi navetta per le città vicine.

Il 15 novembre 2011, Air China è diventato il primo vettore cinese a offrire un servizio Internet Wi-Fi gratuito a bordo dei suoi aerei. Tuttavia, il servizio non è consentito su smartphone, solo tablet e computer portatili.

Nel 2012, dopo la pressione della PETA, Air China ha detto che non avrebbe più trasportato scimmie nei laboratori. PETA ha accolto con favore l’annuncio della compagnia aerea.

All’inizio del 2015, la compagnia aerea ha selezionato i Boeing 737 Next Generation e 737 MAX per il suo programma di rinnovo della flotta di 60 aerei. L’accordo, che vale più di 6 miliardi di dollari ai prezzi di listino attuali, non è ancora stato finalizzato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *