Boeing: chiusura prolungata e 1.000° Dreamliner

, Author

La sospensione delle operazioni di Boeing nello stato di Washington è stata estesa a tempo indeterminato a causa della pandemia di coronavirus, con 133 casi di contaminazione registrati tra i suoi dipendenti. Il millesimo 787 Dreamliner prodotto, per Singapore Airlines, ha fatto il suo primo volo in South Carolina.

Fermi dal 25 marzo 2020, gli impianti del costruttore nel Puget Sound e Moses Lake non ripartiranno mercoledì come previsto: Boeing ha annunciato il 5 aprile l’estensione “fino a nuovo avviso” della sospensione delle operazioni di produzione. Questo riguarda le linee di assemblaggio degli aerei wide-body 767, 777 e 787 a Everett, così come la linea di assemblaggio del 737 a Renton – dove la produzione era già stata sospesa dall’inizio di gennaio. Le azioni sono state prese “alla luce della continua attenzione dell’azienda sulla salute e la sicurezza dei dipendenti, la valutazione in corso della diffusione del Covid-19 nello stato di Washington, l’affidabilità della catena di approvvigionamento e ulteriori raccomandazioni da parte delle autorità sanitarie del governo”, ha detto una dichiarazione rilasciata domenica sera. Durante la sospensione, l’azienda continuerà a “implementare ulteriori misure di salute e sicurezza nelle sue strutture per proteggere i dipendenti”. Queste misure includono nuovi segnali visivi per incoraggiare la separazione fisica, una pulizia più frequente e accurata del lavoro e delle aree comuni, e orari scaglionati per ridurre il flusso di dipendenti che arrivano e lasciano il lavoro, tra molti altri miglioramenti.”

“La salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, delle loro famiglie e delle nostre comunità è la nostra priorità,” ha detto Stan Deal, presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes. “Prenderemo questo tempo per continuare ad ascoltare il nostro incredibile team e valutare la guida governativa applicabile, la diffusione del coronavirus nella comunità e l’affidabilità dei nostri fornitori per assicurarci di essere pronti per un ritorno sicuro e ordinato alle operazioni”. I volontari che hanno sostenuto il lavoro critico del sito e del servizio dovrebbero continuare con le funzioni assegnate; la regione di Puget Sound e i dipendenti di Moses Lake che possono lavorare da casa dovrebbero continuare a farlo, Boeing dice.

I circa 30.000 dipendenti della Boeing nello stato di Washington, per i quali la sospensione di due settimane inizialmente prevista si era tradotta in due settimane di ferie pagate, dovranno decidere se prendere tempo extra, giorni di malattia – o dichiararsi disoccupati (Boeing ha garantito di mantenere l’assicurazione sanitaria durante la crisi) – a partire da mercoledì. Domenica, le autorità statali hanno annunciato di aver registrato 7984 casi di contaminazione con Covid-19 e 338 morti. Il produttore di aeromobili aveva già annunciato giovedì scorso per preparare un piano di partenze volontarie, i cui dettagli dovrebbero essere rivelati nelle prossime settimane.

La produzione di Boeing in North Charleston, South Carolina non è influenzata da queste misure. Questo è stato evidenziato dal volo inaugurale del 3 aprile del millesimo Dreamliner assemblato, il 787-10 registrato 9V-SCP per Singapore Airlines (che ne ha ordinati 47, 15 dei quali sono già entrati in servizio). Alla fine di febbraio, Boeing aveva 1.498 ordini per il 787-8, 787-9 e 787-10, di cui 957 erano stati consegnati ai loro clienti.

Il 1.000° @BoeingAirplanes 787 #Dreamliner (787-10, 9V-SCP) va a @SingaporeAir. Sotto: ritorno a @weareboeingsc dopo il suo primo volo, il 3 aprile. Foto: https://t.co/JL4N9eNbgA ? @Boeing pic.twitter.com/0YD3sZ2yqg

– Aeronews (@AeronewsGlobal) April 3, 2020

Inoltre, dobbiamo notare una direttiva della FAA, ripresa dall’EASA, che ordina a tutti gli operatori di Dreamliner (tutti i modelli) di spegnere tutta la potenza ogni 51 giorni per evitare che i dati cattivi vengano visualizzati nella cabina di guida – che potrebbe portare a “scenari potenzialmente catastrofici”. La FAA stima che l’operazione durerà meno di un’ora e costerà 85 dollari per aereo.

Boeing: chiusura prolungata e 1.000° Dreamliner 1 Air Journal

©KLM

https://www.air-journal.fr/2020-04-06-boeing-arret-prolonge-et-1000eme-dreamliner-5219289.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *