Chirurgo: reclutamento e occupazione

, Author

Secondo la fonte CNOM (Conseil National de l’ordre des Médecin), nel 2007 la Francia contava più di 9000 chirurghi, tutte le specialità mediche incluse: chirurgia ostetrica, chirurgia ambulatoriale, chirurgia ortopedica, ORL, chirurgia toracica chirurgia ginecologica, chirurgia geriatrica…

Il chirurgo è un medico che pratica una specialità medica.

La professione di chirurgo ospedaliero praticante è eccitante, gratificante ed eccessivamente lunga. Il numero di chirurghi nelle unità sanitarie non è sufficiente a coprire le necessità. Il futuro sembra difficile con i pensionamenti previsti. Secondo le regioni, per gli stabilimenti che mancano di chirurghi, la soluzione sta nel reclutamento di chirurghi stranieri.

Situazione dei chirurghi in Francia e prospettive

Il signor Alain Milon, senatore, ha presentato un rapporto di analisi sulla situazione medico-chirurgica in Francia. Secondo quest’ultimo, la maggior parte dei chirurghi sceglie di praticare nel settore liberale. Questi professionisti hanno in particolare la scelta e possono scegliere di lavorare in un ospedale pubblico o in un ospedale privato.

La maggioranza sono chirurghi sulla cinquantina e maschi.

Le modalità di pratica della professione di chirurgo sono molteplici.

Le specialità chirurgiche stanno crescendo e rendono necessario per i chirurghi diventare iperspecializzati. Sono così portati a gestire varie patologie secondo il loro campo di specializzazione: che può andare dalla chirurgia ortopedica, alla microchirurgia, passando per la chirurgia estetica, la cardiologia, la traumatologia, la pediatria, l’urologia, …

In sala operatoria il chirurgo è circondato da un team competente composto da: infermieri, anestesisti, … che lo sostengono durante gli interventi.

Quando ha acquisito una certa esperienza un chirurgo può allora dirigere un reparto ospedaliero o una clinica.

I chirurghi possono, pur continuando ad esercitare la loro funzione, diventare insegnanti-ricercatori. Possono anche scegliere di continuare la loro carriera come parte di una missione umanitaria all’interno di una ONG.

La professione di chirurgo gode di un eccellente tasso di inserimento professionale, a causa del gran numero di specialità c’è quindi poca concorrenza.

Come diventare chirurgo

In realtà, per diventare chirurgo bisogna essere ammessi all’esame nazionale di qualificazione che apre la strada alla specializzazione. Il diploma di studio specializzato (DES) in chirurgia può quindi essere scelto dal futuro chirurgo.

Le possibilità disponibili in chirurgia sono diverse. Lo studente di medicina può scegliere di diventare chirurgo ortopedico e traumatologico, chirurgo vascolare, chirurgo ginecologico, neurochirurgo, chirurgo pediatrico, chirurgo cardiaco, chirurgo pneumo…

Oltre alla lunghezza degli studi di medicina che può scoraggiare le vocazioni (per essere chirurgo, ci vogliono dai 12 ai 15 anni di studio dopo il baccalaureato), non è facile per i futuri chirurghi fare la scelta della specialità medica.

Questa è la ragione per cui il senatore Milon propone una nuova formazione per i chirurghi.

Inoltre, per essere un chirurgo sono richieste certe qualità, è essenziale essere dotati di una grande resistenza fisica e psicologica. Infatti, sono costantemente all’erta sia intellettualmente che manualmente. Devono eseguire operazioni meticolose che richiedono grande concentrazione. Devono anche mostrare empatia per poter accompagnare e rassicurare i loro pazienti.

La proposta di formazione in chirurgia del senatore Milon

Questo, dopo aver constatato un calo dell’interesse degli studenti di medicina per la chirurgia, propone di comunicare meglio la professione di chirurgo a livello universitario. Questa comunicazione consisterebbe, per esempio, nell’imporre un tirocinio chirurgico dal secondo anno di studi medici. Propone anche di generalizzare gli studi di chirurgo dopo le prove di classificazione nazionale con un anno di studi in chirurgia generale prima della scelta della specializzazione chirurgica.

Vedi le offerte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *