Cochrane (Italiano)

, Author

Questa revisione spiega la conoscenza di una pratica comune di diagnosi di lesioni al midollo spinale quando i pazienti visitano il loro medico di famiglia, a una clinica per il mal di schiena, o al pronto soccorso per un nuovo mal di schiena. I medici di solito fanno alcune domande ed esaminano la schiena per diagnosticare la presenza di una frattura spinale. Le fratture sono sottoposte a screening a causa delle differenze nel trattamento delle comuni lombalgie e delle fratture lombari. Il dolore lombare comune è di solito diagnosticato da una radiografia, e il trattamento consiste in riposo, corsetto e farmaci antidolorifici. Il dolore lombare comune è trattato con esercizio, manipolazione chiropratica e farmaci antidolorifici; i raggi X, la tomografia computerizzata (CT) e la risonanza magnetica (MRI) non sono necessari per la diagnosi. Le fratture sono rare e causano dolori lombari solo nell’1-4,5% delle visite al medico di famiglia per nuovi dolori lombari.

Otto studi, comprendenti diverse migliaia di pazienti, consistevano in 29 diverse domande di esame fisico e test utilizzati per lo screening delle fratture spinali. La maggior parte di queste 29 domande erano imprecise. Le quattro migliori domande riguardavano l’uso di steroidi (che possono indebolire le ossa), l’età del paziente (qualcuno sopra i 74 anni è a maggior rischio di frattura) e un trauma recente, come una caduta. Una combinazione delle domande più rilevanti sembra migliorare la precisione. Per esempio, le donne sopra i 74 anni hanno più probabilità di avere una frattura quando visitano il loro medico per il mal di schiena. Nel dipartimento di emergenza, il modo migliore per diagnosticare una frattura spinale è la presenza di lividi o abrasioni sulla zona dolorante della schiena.

Le fratture sono rare e di solito non richiedono un trattamento di emergenza, anche quando sono presenti segni di avvertimento (“bandiere rosse”), medici e pazienti possono guardare e aspettare. Durante il periodo di attesa, i pazienti dovrebbero evitare trattamenti, come esercizi e manipolazioni che non sono raccomandati per le fratture spinali.

Gli effetti peggiori di uno scarso screening per le bandiere rosse sono il sovratrattamento e il sottotrattamento. Se i test sono imprecisi, i pazienti senza fratture possono essere sottoposti a una radiografia o IT di cui non hanno bisogno; esposizione ai raggi X non necessaria, preoccupazione e costi aggiuntivi per il paziente. D’altra parte (in casi molto più rari), una frattura accertata può non essere sottoposta a screening e il paziente può rimanere per qualche tempo senza il miglior trattamento.

La maggior parte degli studi erano di qualità bassa o moderata, quindi sono necessarie ulteriori ricerche per identificare la migliore combinazione di domande e metodi di test.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *