Come fare un bagno d’olio

, Author

Come fare un bagno d'olio?'HUILE(S) ?

Scritto da Beauty Wellbeingon2019-10-09

104vote

Grazie per il tuo commento

STEP 1: Mettere la quantità necessaria di olio(i) in un contenitore, una ciotola di colorazione per esempio, il livello di olio(i) può variare da un cucchiaio a circa 3 a seconda della lunghezza, della massa dei capelli ecc, è anche possibile utilizzare un cucchiaino o il tappo delle bottiglie per dosare la miscela. È anche benvenuta l’aggiunta di altri ingredienti naturali per esempio idratanti come il miele, lo yogurt naturale ecc, questo poi ti permette di inventare da solo e semplicemente una maschera per capelli fatta in casa efficace sia idratante che nutriente.

Passo 2: Il bagno (o i bagni) d’olio o la maschera per capelli fatta in casa possono essere applicati sia sui capelli asciutti che su quelli bagnati ma l’applicazione è più spesso consigliata sui capelli bagnati (bagnare i capelli con acqua calda per esempio usando uno spray) e districati (se possibile) per facilitare l’applicazione ma anche e soprattutto per far penetrare meglio i principi attivi poiché le squame dei capelli saranno aperte.

Passo 3: Se poi vuoi fare un trattamento completo: applica l’olio o gli oli o la miscela fatta in casa dalle radici alle punte, ricordando di massaggiare bene il cuoio capelluto per qualche minuto per attivare la microcircolazione del flusso sanguigno per stimolare così il POUSH e rallentare la caduta dei capelli così importante. Se usi oli specifici per combattere la caduta dei capelli e stimolare la (ri)crescita dei capelli (olio di ricino, olio di serpente, olio di cumino nero, ecc.), non devi proprio dimenticare di applicarli alle radici perché è lì che succede tutto. Se si vuole fare un trattamento nutriente, solo a livello delle lunghezze e delle punte è anche fattibile e consigliato quando i capelli sono SECCHI, SPENTI e opachi con gli oli di argan, cocco, mandorle dolci per esempio. Inoltre, applicando una maschera fatta in casa con l’olio (o gli oli) dalle radici alle punte, fornirà una cura rinforzante ai capelli e quindi li rafforzerà.

Passo 4: Poi fare uno chignon preferibilmente o un’altra acconciatura e coprire con pellicola alimentare di plastica (cellophane) e poi una cuffia da bagno o una cuffia riscaldante a seconda di ciò che si ha o anche una cuffia classica, un foulard o anche un asciugamano caldo, l’obiettivo è quello di mantenere la cura ben calda durante il tempo di posa in modo che la cura agisca al meglio. Poi lasciare in posa per un minimo di 30 minuti o 2h/3h o più o anche durante la notte o mezza giornata al massimo.

Passo 5: Risciacquare accuratamente con acqua calda e shampoo e condizionare delicatamente se necessario

Bene a sapersi:

– Puoi anche usare qualche goccia di olio di argan, olio di cocco per esempio o anche un tocco di burro di karité come trattamento leave-in dopo aver lavato i capelli, questo aiuterà a proteggere le punte, ammorbidirle se sono secche ma anche e soprattutto a sigillare l’umidità che è molto importante per mantenere la salute dei capelli. Questo passo è ideale e necessario soprattutto per il mantenimento dei capelli ricci, crespi e crespi.

– È possibile fare un bagno(i) d’olio o una maschera fatta in casa al ritmo di due volte alla settimana secondo il bisogno e che per almeno un mese minimo (cura) per poter notare risultati soddisfacenti poi passare ad una cura alla settimana anche una ogni 15 giorni per un buon mantenimento. I risultati con la cura naturale dei capelli non sono così immediati (anche se variano da persona a persona) come con i prodotti chimici per la cura dei capelli, quindi sono necessari trattamenti più regolari e nel tempo i capelli “rinascono” e diventano più belli ad ogni trattamento. Le cure con gli oli sono davvero “magiche”, sono così benefiche!

– Hai i capelli grassi ma secchi alle punte e vuoi anche nutrirli, stimolarne la (ri)crescita e/o curarne la caduta: puoi anche fare un bagno di olio (s) o una maschera fatta in casa dalle radici alle punte, basterà solo fare attenzione ai dosaggi (non avere la mano troppo pesante in tutti i casi) e includere nella cura almeno un olio sebo-regolatore come per esempio nigella, jojoba. Gli oli non renderanno i vostri capelli più grassi.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *