Come leggere un’etichetta di vino

, Author

Leggere un’etichetta di vino ti permette di scegliere bene il tuo vino. Infatti, comprendendo gli elementi dell’etichetta, sarete in grado di determinare se il vino vi piacerà. Un’etichetta di vino contiene molti elementi che bisogna decifrare. Inoltre, vi suggeriamo anche di capire perché l’etichetta è fondamentale e vi daremo tutti i consigli per capire l’etichetta correttamente.

Perché l’etichetta del vino è importante

L’etichetta è la carta d’identità del vino che state per degustare. Come tale, è fondamentale capire cosa dice.

In primo luogo, l’etichetta è criticamente importante perché permette di commercializzare il vino. In altre parole, è impossibile vendere un vino senza etichetta; con il rischio di una severa punizione da parte delle autorità. D’altra parte, l’etichetta del vino aiuta anche ad evitare le contraffazioni! Per questo motivo, i più grandi vini hanno una tecnologia speciale nelle loro etichette per garantire l’origine del loro vino. Questo è ciò che rassicura il consumatore.

Inoltre, l’etichetta è un eccellente mezzo di comunicazione tra il produttore di vino e il consumatore. È quindi l’intermediario attraverso il quale il produttore può trasmettere tutte le informazioni sul suo vino e attirare l’attenzione del consumatore sui suoi punti forti. Il consumatore, d’altra parte, prende dall’etichetta tutte le informazioni necessarie per valutare la qualità del vino che sta per acquistare o consumare.

Ora che sei consapevole dell’importanza dell’etichetta di una bottiglia di vino, concentriamoci su come leggere l’etichetta di un vino.

Come leggere l’etichetta di una bottiglia di vino?

Le etichette delle bottiglie di vino variano in base alla regione. Così, leggere l’etichetta di un vino non è lo stesso esercizio se il vino viene da Bordeaux o dalla Borgogna.

Leggere le etichette dei vini: i vini di Bordeaux

L’etichetta dei vini di Bordeaux contiene sia elementi obbligatori che opzionali. In primo luogo, il nome dello chateau è una dichiarazione obbligatoria. In caso contrario, la tenuta può includere il nome del raccoglitore. Questo è il primo elemento per identificare il vino. Inoltre, il nome dello château fornisce una grande precisione se la bottiglia dice: “imbottigliato allo château”.

D’altra parte, l’etichetta contiene il nome della denominazione. Questo è un elemento obbligatorio dell’etichetta del vino. La denominazione permette di attestare che le uve provengono da una particolare zona di denominazione e che i metodi di vinificazione del vino sono conformi alle specifiche di quella denominazione.

Inoltre, il metodo di imbottigliamento è anche una dichiarazione obbligatoria sull’etichetta di una bottiglia di vino. Permette di specificare come il vino è stato imbottigliato. La menzione “imbottigliato allo château” può essere un segno di qualità ma non dovrebbe essere l’unico come abbiamo spiegato nell’articolo scegliere il tuo vino.

L’etichetta può contenere anche altri elementi come una classificazione. La menzione di una classificazione non è obbligatoria. Scriveremo presto un articolo sulle classificazioni nel vino per aiutarti a orientarti.

Infine, menzioni come “Grand Vin” o “AOC” non dicono molto sul vino: ognuno è libero di usarle. Non fate affidamento su questi per fare la vostra scelta di vino. Tuttavia, potrete trovare informazioni interessanti per le tenute con diverse annate. In particolare, sarai in grado di differenziare i primi vini dai secondi.

Leggere le etichette dei vini: vini di Borgogna

L’etichetta dei vini di Borgogna è diversa da quella dei vini di Bordeaux. Così, l’etichetta di un vino di Borgogna mostra il nome del villaggio seguito dalla sua classificazione. Le menzioni premiers crus e grands crus hanno ancora un valore reale in Borgogna; evidenziando i vini che saranno più adatti all’invecchiamento.

Inoltre, l’etichetta di un vino di Borgogna menziona il lieu-dit. Il lieu dit si chiama “climat”. Se questa indicazione è seguita dalla parola “monopole”, potrai dedurre che il climat appartiene solo a questo singolo dominio.

Leggi le etichette dei vini: i vini d’Alsazia

Infine, a differenza di altri vini, troverai spesso il nome del vitigno sull’etichetta di un vino d’Alsazia. Tale differenza si spiega con il fatto che ci sono solo due denominazioni in Alsazia: Alsace AOP e Alsace Grand Cru AOP. È quindi difficile farsi un’idea del vino solo con questi elementi; da qui la menzione del vitigno.

La retro etichetta del vino

La retro etichetta è l’etichetta che si trova sul retro della bottiglia di vino. Le informazioni presenti su questa etichetta permettono di dare più informazioni al consumatore e non sovraccaricano l’etichetta principale della bottiglia. Generalmente, troverete una descrizione del vino, i vitigni presenti, il potenziale d’invecchiamento, la temperatura di servizio o consigli sull’abbinamento cibo-vino. Va notato che le informazioni obbligatorie sull’etichetta possono essere scritte anche sulla controetichetta. Questo è spesso il caso della concentrazione di alcol.

Alcuni consigli su come leggere correttamente un’etichetta di vino

In molti aspetti, l’etichetta è la carta d’identità del vino. Fornisce molte informazioni al riguardo e permette di fare una scelta informata. Leggere l’etichetta è quindi essenziale per fare una buona scelta di vino. Tuttavia, diffidate delle etichette troppo allettanti. Che sia con elementi grafici o con testi ben girati, alcune etichette mirano soprattutto ad attirare il consumatore.

Di conseguenza, non fate affidamento solo sulla grafica dell’etichetta. Una bella etichetta è sempre bella, ma non è un elemento sufficiente per scegliere il tuo vino!

Quindi, saper leggere un’etichetta di vino è un elemento cruciale per scegliere bene il tuo vino. Dalla lettura dell’etichetta di un vino, sarete effettivamente in grado di determinare se il vino è giusto per voi. Una cosa è certa: una volta scelto il vostro vino, non vi resta che godervelo. Quindi, salute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *