Corrispondenza tra studenti

, Author

I miei studenti di CP sono in corrispondenza da ottobre con una classe dello stesso livello nel comune di Mesnil-en-Thelle nell’Oise. Questo progetto è un vero filo conduttore che motiva l’apprendimento.

La corrispondenza, uno strumento di apprendimento

In effetti, questo lavoro di corrispondenza scolastica ha permesso prima di tutto agli studenti di capire ed esprimersi utilizzando la lingua francese nel parlato e nello scritto. La lingua è al centro dell’apprendimento nei programmi della scuola primaria. La corrispondenza è uno strumento per questo apprendimento perché corrispondere è essere in una situazione di comunicazione reale.

L’obiettivo era quello di dare significato all’apprendimento della lettura e della scrittura. Inoltre, questo ha dato luogo a momenti di dibattito, di discussione sul tema del messaggio (o dei messaggi): “Cosa potremo dire o scrivere? Come? “

Gli scambi

Sono collettivi e prendono diverse forme.

Ogni lettera contiene una lettera scritta collettivamente, che evoca la vita quotidiana della classe, l’evoluzione dell’apprendimento e le risposte alle domande dei corrispondenti. Ma ci siamo anche scambiati disegni, foto, canzoni, registrazioni sonore (su chiavetta USB), libri, un album fatto dagli studenti e presto video.

Alcuni esempi dei nostri scambi:

– Presentazione disegno di ogni studente,

– Piccole parole di felicità: gioia, empatia, solidarietà, amore,…

– Due registrazioni audio: We wish you a merry Christmas e Fresh wind, morning wind in canon.

– Un album scritto dagli studenti sul modello di I dreamed that … di Armand Kaercher e Françoise Kaercher, regalato per Natale.

– La lettura orale di questo album da parte dei corrispondenti.

Questa è stata anche l’occasione per gli studenti di scoprire un altro ambiente, rurale, e di approfondire la conoscenza del loro ambiente, urbano (orientarsi, descriverlo, confrontarlo).

L’incontro

Dopo questi mesi di scambi regolari, i bambini avevano naturalmente il desiderio di incontrare i loro amici di penna.

Vi chiediamo quindi di finanziare il noleggio di un pullman per permetterci di andare a Mesnil-en-Thelle verso la fine dell’anno scolastico per una giornata, per dare corpo al nostro progetto.

Durante questa giornata, gli studenti si incontreranno con i loro amici di penna intorno ad attività che permetteranno loro di conoscersi meglio, e condivideranno un pasto conviviale: questo sarà senza dubbio il punto più alto di questo bel progetto di corrispondenza.

La presentazione e il contenuto di questa pagina sono stati sviluppati da e sotto la responsabilità del responsabile del progetto e dei suoi studenti. Un testo di presentazione, se originale, è protetto dal diritto d’autore

Le donazioni effettuate a beneficio di un progetto sono ammissibili per la detrazione fiscale fino al 60% della donazione effettuata e lo 0,5% del fatturato annuo per le imprese e il 66% della donazione effettuata, nel limite del 20% del reddito imponibile annuo per le persone fisiche ammissibili, nel quadro della normativa vigente.

Se appartenete alla stessa famiglia fiscale di uno studente che è il beneficiario di un progetto di viaggio notturno, la vostra donazione si qualifica per l’esenzione fiscale solo se è in aggiunta al contributo che avete pagato altrove per la partecipazione di vostro figlio al progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *