Cyclobenzaprine: Meccanismo d’azione, avvertenze, abuso, effetti collaterali, interazioni e dosaggio

, Author

la cyclobenzaprine est utilisée pour se défoncerCyclobenzaprine è usata per sballarsi

Questo farmaco è spesso parte di un piano di recupero generale che include riposo e terapia fisica.

Cyclobenzaprine (forma generica dei farmaci di marca Flexeril e Amrix), è un rilassante muscolare che allevia il dolore e il disagio da stiramenti, distorsioni e altre lesioni muscolari.

È anche disponibile sotto i nomi di marca Fexmid e FusePaq.

Cyclobenzaprine è anche prescritto off-label per trattare la fibromialgia.

Meccanismo d’azione

Cyclobenzaprine agisce sul sistema nervoso centrale, bloccando gli impulsi nervosi (o sensazioni di dolore) inviati dai muscoli dolenti al cervello. La ciclobenzaprina è chimicamente legata a una classe di antidepressivi chiamati antidepressivi triciclici.

La ciclobenzaprina è stata approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) nel 1977 con il marchio Flexeril, attualmente prodotto dalla PD-RX Pharmaceuticals.

Avvertenze

Non prenda la ciclobenzaprina se ha preso un inibitore della monoamino ossidasi (MAOI) nelle ultime 2 settimane. Gli IMAO, usati per trattare la depressione e il morbo di Parkinson, includono:

  • Isocarboxazid (Marplan).
  • Linezolid (Zyvox).
  • Fenelzina (Nardil).
  • Rasagilina (Azilect).
  • Selegilina (Emsam).
  • Tranilcipromina (Parnate).

La combinazione di un MAOI e ciclobenzaprina può provocare effetti collaterali molto gravi e potenzialmente fatali.

Non prendete questo farmaco se avete una storia di problemi cardiaci, tra cui attacchi di cuore, problemi di ritmo cardiaco, blocchi o insufficienza cardiaca congestizia.

Le persone oltre i 65 anni di età non devono prendere questo farmaco perché gli effetti collaterali possono essere più estremi. Ci sono altri farmaci che possono essere usati per trattare la sua condizione che sono più sicuri e più efficaci se lei è in questo gruppo di età.

I pazienti con insufficienza epatica sono generalmente più sensibili ai farmaci potenzialmente sedativi come la ciclobenzaprina.

Informi il suo medico se sta prendendo farmaci per la depressione, convulsioni, allergie, tosse o raffreddore, o se sta prendendo sedativi, sonniferi, tranquillanti o vitamine.

Prima di prescrivere questo farmaco, il suo fornitore di assistenza sanitaria dovrebbe anche sapere se le è mai stato diagnosticato con iperattività della tiroide, glaucoma, o se ha mai avuto problemi a urinare.

Dovresti sempre dire al tuo fornitore di assistenza sanitaria di tutti i farmaci da prescrizione, da banco, illegali e ricreativi, rimedi erboristici, integratori dietetici e nutrizionali e tutti gli altri farmaci e trattamenti.

Ciclobenzaprina “high” e abuso

Molti rapporti online e aneddotici suggeriscono che alcune persone abusano di ciclobenzaprina per un effetto narcotico “high”, poiché può causare sonnolenza.

La ciclobenzaprina può indurre effetti anticolinergici da moderati a gravi, cioè può alterare l’attività di certi neurotrasmettitori nel cervello a dosi elevate. Questo può portare al declino fisico e mentale.

A dosi ancora più elevate, la ciclobenzaprina può causare una grave atassia, una condizione neurologica in cui si perde il controllo dei movimenti muscolari.

Secondo l’ufficio del coroner di Los Angeles, la cantante Whitney Houston aveva cinque farmaci nel suo sistema quando è annegata nella vasca del suo hotel nel 2012, compresa la ciclobenzaprina.

Prendere ciclobenzaprina solo come indicato dal vostro medico e tenere questo e tutti gli altri farmaci fuori dalla portata dei bambini, degli adolescenti e di chiunque per i quali il farmaco non è stato prescritto.

Gravidanza

Discutere una gravidanza in corso o pianificata con il medico prima di prendere ciclobenzaprina. Questo medicinale dovrebbe essere preso durante la gravidanza solo se i benefici superano i rischi. Il suo medico può aiutarla a decidere se questo è giusto per lei.

Informi anche il suo medico se sta allattando o pensa di farlo in futuro. Non si sa se la ciclobenzaprina passa nel latte materno, ma gli studi dimostrano che l’ha fatto con farmaci simili.

Effetti collaterali della ciclobenzaprina

Gli effetti collaterali comuni della ciclobenzaprina includono:

  • Sonnolenza.
  • Dizziness.
  • Bocca secca.
  • Constipazione.
  • Fatica.

Informate il vostro medico se uno qualsiasi di questi effetti collaterali persiste o peggiora.

Gli effetti collaterali gravi della ciclobenzaprina includono:

  • Battito cardiaco rapido o irregolare
  • Cambiamenti di umore o mentali (come confusione o allucinazioni).
  • Problemi nell’urinare
  • Dolore al petto.
  • Febbrezza.
  • Sequestri

Una reazione allergica molto grave è rara, ma cerca immediatamente assistenza medica se sviluppi uno dei seguenti sintomi:

  • Rash.
  • Sanguinamento.
  • Gonfiore (specialmente del viso, della lingua o della gola).
  • Grazie gravi
  • Difficoltà di respirazione.

La combinazione di questo farmaco con alcuni antidepressivi può causare la sindrome da serotonina e può essere fatale. I sintomi della sindrome da serotonina includono:

  • Confusione.
  • Agitazione o irrequietezza
  • Pupille dilatate.
  • Mal di testa.
  • Cambiamenti della pressione sanguigna
  • Cambiamenti della temperatura corporea
  • Nausea o vomito
  • Diarrea grave
  • Rapido ritmo cardiaco
  • Perdita di coordinazione muscolare o spasmi.
  • Valori o brividi.
  • Sudorazione pesante

Interazioni

L’assunzione di ciclobenzaprina con un MAOI può causare una reazione potenzialmente fatale.

In almeno uno studio clinico, il rischio di sindrome da serotonina (eccesso di serotonina nel cervello che porta a una combinazione potenzialmente fatale di sintomi) si è verificato in pazienti che hanno mescolato la ciclobenzaprina con farmaci serotoninergici come la duloxetina (Cymbalta).

Cyclobenzaprine può anche interagire con depressori del sistema nervoso centrale (CNS) come oppioidi, benzodiazepine, non-benzodiazepine, fenotiazine, alcuni chemioterapici e barbiturici.

Antidepressivi triciclici, come amitriptilina (Elavil) e imipramina (Tofranil), combinati con ciclobenzaprina possono anche aumentare il rischio di effetti collaterali.

Alcol e ciclobenzaprina:

Questo farmaco può causare sonnolenza. Bere alcol può aumentare questo effetto. Per la vostra sicurezza, evitate di bere alcol durante l’assunzione di ciclobenzaprina.

Dosaggio

La ciclobenzaprina viene somministrata per bocca. È disponibile in forma di compresse e capsule a rilascio prolungato. Il medico probabilmente prescriverà 5 milligrammi della compressa a rilascio regolare tre volte al giorno. La compressa a rilascio prolungato è data una volta al giorno. Questa dose può essere aumentata se non si riceve sollievo dal dolore.

Questo farmaco non deve essere preso a lungo termine. Gli studi dimostrano che il dolore diminuisce nelle prime due settimane, con un picco nei primi giorni, ma non ha alcun beneficio dimostrato dopo.

Non prendere questo farmaco per più di tre settimane senza consultare il medico. I pazienti con problemi al fegato o di età superiore ai 65 anni possono iniziare con dosi inferiori. Prendete sempre la ciclobenzaprina con un bicchiere pieno d’acqua e inghiottite sempre l’intero farmaco.

Sovradosaggio di ciclobenzaprina

I sintomi del sovradosaggio di ciclobenzaprina includono:

  • Dolore al petto.
  • Seizures
  • Hallucinations
  • Vomiting.
  • Rapid pulse
  • Somnolence.
Tags:Distorsioni, Farmaci, Myorelaxant, Pharmacology

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *