Diario diun expat in California

, Author


Arrivo al Mandalay Bay e piscina ⭐⭐⭐⭐

Partiamo il sabato mattina e impieghiamo 2 ore per raggiungere l’aeroporto (passeggiata e poi treno). Decolliamo verso mezzogiorno. Arrivo a Las Vegas all’inizio del pomeriggio (1h30 di volo circa). Ecco che scopro un altro stato degli Stati Uniti: il Nevada! Il nostro hotel, il Mandalay bay è vicino all’aeroporto. Prendiamo un Uber per andarci. Infatti l’angolo è davvero secco (è il deserto). Anche il Monte Diablo vicino a noi sembra “verde” in confronto 😅.

Quando siamo arrivati, wow!! Che posto di classe 😎! Non francamente il nostro “solito standing”… Già dobbiamo ammettere che il nostro hotel, brilla!

Facciamo il check-in, poi ci dirigiamo verso la nostra stanza. Ci sono così tanti piani che gli ascensori sono divisi in gruppi, ogni gruppo serve circa 10 piani. A seconda dell’ora del giorno, c’è una coda per prendere gli ascensori. Una bella folla per il nostro, come si può vedere da una delle foto qui sotto.

manadalay bay 2

manadalay bay 3

manadalay bay 4

manadalay bay 5

manadalay bay 6

manadalay bay 7
manadalay bay 8

mandalay bay 9

Allez quelques photos bonus de la piscine 😉

Alcuni chiarimenti

Si nuota e si va in piscina. Tranne che, a causa di covidi, il numero di persone è limitato nella zona acquatica. Quindi dobbiamo aspettare un po’ prima di entrare. Registrati in una lista d’attesa, riceviamo poco dopo il nostro messaggio che è il nostro turno. Sono circa le 4 del pomeriggio.

Come potete vedere dalle foto la zona dell’acqua è davvero bella. Ogni hotel sulla “Strip” ha almeno una caratteristica principale che lo distingue dagli altri. Qui è la caratteristica dell’acqua. La Strip è la strada principale del centro di Las Vegas dove si concentra la maggior parte degli hotel famosi. Il nostro hotel si trova all’estremità sud della Strip, vicino alla famosa insegna di Las Vegas.

Mappa della Strip di Las Vegas
Mandalay Bay si trova sulla sinistra accanto al Luxor.
La striscia è orientata all’incirca da nord a sud.

Ma torniamo all’area acquatica: una pagina con una piscina a onde. Le onde sono rikish ma la cornice è ancora bella! Una “piscina” con corrente (serpentina) per la quale si deve fare la fila. Infine piscine più tradizionali con comunque una temperatura molto bella per l’acqua.

Per il primo giorno, ci concediamo il lusso di ordinare un cocktail a bordo piscina. Puoi anche sorseggiarli in piscina (non quella a “onde”). Hmm non è affatto spiacevole!

Prima notte: panoramica del Luxor ⭐⭐⭐

Ci dirigiamo alla scoperta del nostro hotel. A Las Vegas gli hotel sono così grandi che ci sono cartelli ovunque. Il nostro non fa eccezione. Ci sono ristoranti, un casinò e negozi. Come vedrete, questo è il caso di tutti gli hotel.

Unica pecca: con il covid Vegas è diventata una città “morta” ben diversa da quella di cui tutti hanno sentito parlare. La metà dei ristoranti sono chiusi, e quelli che rimangono aperti chiudono alle 21. I famosi buffet di Las Vegas sono chiusi. I bar sono chiusi. Tutti gli spettacoli annullati (normalmente ogni hotel ha il suo).

Dal nostro hotel (Mandalay Bay) possiamo accedere al vicino hotel Luxor attraverso le gallerie commerciali. Questo è abbastanza conveniente perché, come ogni città americana che si rispetti, Las Vegas non è un paradiso per i pedoni (tranne forse nel cuore della striscia). Il tema di Luxor: l’antico Egitto. L’hotel ha la forma di una piramide. È davvero originale! Anche il design interno merita un’occhiata.

Dopo la nostra passeggiata digestiva torniamo al bar vicino al casinò del nostro hotel. Siccome i bar sono ufficialmente chiusi (sono per mangiare quindi scivolano nella categoria dei ristoranti), dobbiamo prendere qualcosa da mangiare per poter bere qualcosa. Vai per le patatine, il loro cibo più economico. Sono abituati e ce lo offrono subito.

Il giorno dopo è un tour degli hotel. Come ho detto, tutti hanno le loro specificità e, anche se può sembrare sorprendente, rappresentano una “attrazione turistica”. Inoltre, anche se gli spettacoli al chiuso sono annullati, alcuni hotel offrono automaticamente un intrattenimento all’aperto. Questi includono lo spettacolo della fontana del Bellagio, il vulcano in eruzione del Mirage o lo spettacolo psichedelico del Wynn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *