Focus materiale ecologico: il calcestruzzo a guscio

, Author

Focus materiale ecologico: il calcestruzzo a guscio

Sviluppato dalla scuola di ingegneria ESTIC di Caen, il calcestruzzo a guscio ha proprietà assorbenti ma anche drenanti. Concentratevi su questo nuovo prodotto ecologico.

Un eco-pavimento assorbente

Le sue prestazioni sono sorprendenti: assorbe più di 2 litri per m2 e per secondo, cioè quasi 120 litri al minuto! Quando sappiamo che la Francia è il 1° produttore europeo di capesante, possiamo rallegrarci della potenziale apertura del mercato offerta da questa tecnicità. 250.000 tonnellate di molluschi potrebbero così essere riciclate e ottimizzate per combattere l’eccesso di rifiuti.

Una tecnologia che protegge le coste

La coltivazione massiccia di capesante, ostriche e canestrelli favorisce la proliferazione di un’altra specie, la crepidula, che spiazza i nostri molluschi per nutrirsi al loro posto. La crepidula, recuperata dal drenaggio, è ideale per la fabbricazione di eco-piazzole perché il suo guscio è più resistente.

Una fabbricazione responsabile

Concatenati, i gusci sono incorporati nella miscela di cemento. Sostituiscono fino al 50% dell’aggregato. Più la loro forma è regolare e appiattita, più il materiale è poroso. Grazie al suo lato assorbente, questo eco-pavimento parteciperebbe all’impermeabilizzazione delle città: favorirebbe un riempimento regolare e naturale della falda acquifera e fermerebbe il fenomeno della saturazione degli impianti di trattamento delle acque in caso di forti piogge, grazie alle sue qualità assorbenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *