Guida pratica dopo l’incidente, il risarcimento delle vittime

, Author

Incidenti stradali, aggressioni, incidenti della vita… Ogni anno in Francia, decine di migliaia di persone che hanno avuto un incidente vedono la loro vita improvvisamente sconvolta dai postumi e dai danni fisici e psicologici derivanti dall’incidente.
Queste vittime così come i loro cari hanno dei diritti, di cui il più delle volte non sono a conoscenza. In caso di lesioni fisiche, la legge francese è particolarmente protettiva. Prevede che le vittime di incidenti siano risarcite per numerose lesioni riconosciute ed elencate.
Nonostante queste disposizioni, molte vittime non ricevono il pieno risarcimento a cui hanno diritto per legge.

Questo memento riassume le prime informazioni essenziali per le vittime e gli operatori sanitari.

Incidenti coperti dal risarcimento

  • Incidenti stradali (conducente, passeggero, pedone, ciclista…)
  • Infortuni domestici o della vita
  • Infortuni sportivi
  • Assalti con aggressione e percosse
  • Infortuni medici: Infezioni nosocomiali, malattie iatrogene
  • Infortuni sul lavoro

In queste diverse situazioni, in caso di danni gravi, le vittime dirette e indirette (parenti) hanno, il più delle volte, diritti di risarcimento da richiedere all’assicurazione sanitaria, alle assicurazioni o alla giustizia.

Danni risarcibili

La legge prevede che la vittima dell’incidente debba sottoporsi a una perizia medica obbligatoria, un passo decisivo per lei, idealmente condotta o supervisionata da un medico indipendente dalla compagnia di assicurazione. La perizia medica mirerà a stabilire l’elenco e l’estensione dei danni risarcibili.

Per la vittima diretta, in caso di lesioni, il risarcimento coprirà:

  • Tutte le spese consecutive e legate all’incidente.
  • Tutti i danni fisici e psicologici subiti, temporanei e permanenti.
  • Danni personali: di piacere, estetici, sessuali…
  • Perdita di salario o reddito.
  • L’impatto dell’incidente sulla vita professionale.
  • L’assistenza che la vittima può avere bisogno nella vita quotidiana prima e dopo il consolidamento.
  • L’adattamento – se necessario – dell’ambiente di vita.
  • L’impatto dei postumi sulla vita familiare e affettiva.
  • Risarcimento per i parenti.

Per la vittima indiretta, in caso di morte, il risarcimento coprirà:

  • La perdita economica in seguito alla morte del coniuge o del parente.
  • Il pregiudizio morale di ogni membro della famiglia.
  • Il rimborso delle spese funerarie.
  • Tutte le spese consecutive all’incidente…

Risarcimento per le vittime di incidenti stradali: principi e consigli essenziali

Risarcimento delle lesioni personali
  • Fate delle foto dell’incidente e del suo sfondo quando possibile.
  • Raccogliete tutte le testimonianze possibili dalle persone presenti all’incidente.
  • Non esitate a richiedere l’arrivo della polizia o della gendarmeria sul luogo dell’incidente.
  • Se possibile, consultate senza indugio un medico legale per misurare l’ITT (inabilità lavorativa totale) della vittima.
  • Conserva tutte le ricevute delle spese relative all’incidente.
  • Conosci la verità, tutta la verità: per tutti gli incidenti gravi, i servizi di polizia o di gendarmeria conducono un’indagine. Questa indagine è segreta e può durare mesi. Sarà essenziale avere il rapporto d’indagine perché determina le responsabilità così come il calcolo dell’importo del risarcimento. Un avvocato può avere accesso ai verbali dell’inchiesta della vittima.
  • Chiedete senza indugio all’assicurazione delle disposizioni per far fronte alle prime spese del dopo-incidente.
  • Non lasciate che l’assicuratore conduca la perizia medica e prenda tutte le decisioni relative al vostro risarcimento: circondatevi di un avvocato in diritto delle lesioni personali e di un consulente medico indipendente e libero da ogni attaccamento alle compagnie di assicurazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *