Hai costantemente mani e piedi freddi?

, Author


Circulation Bulletin

In uno studio su pazienti con la malattia di Raynaud, l’assunzione di ginkgo per un periodo di 10 settimane ha ridotto il numero settimanale di attacchi del 56%1. Questo studio supporta la pratica tradizionale di somministrare estratti di ginkgo per migliorare il flusso di sangue nelle persone con mani e piedi freddi, uno dei sintomi della malattia di Raynaud.

Un’altra ricerca ha mostrato che i pazienti dai 60 ai 70 anni, dopo aver preso l’estratto di ginkgo per 30 giorni, avevano un migliore flusso di sangue nei capillari (questi sono i vasi sanguigni più piccoli, che riforniscono non solo le punte delle dita delle mani e dei piedi, ma anche le orecchie e naturalmente il cervello)2.

Questi pazienti hanno anche goduto di un ulteriore beneficio: una migliore circolazione ha permesso alle loro cellule immunitarie di pattugliare più efficacemente per disinnescare qualsiasi tentativo di infezione. Non c’è niente che il sistema immunitario non gradisca di più di un sistema sanguigno pigro che non può trasportare correttamente le cellule immunitarie. Quindi fai scorta di ginkgo, prepara la tua routine di tip tap e attraversa l’inverno al caldo.

Tenete sempre presente che il ginkgo impedisce alle piastrine del sangue di raggrupparsi, il che previene i coaguli e riduce il rischio di ictus; pertanto il suo uso è controindicato nelle persone che già assumono diluenti del sangue.

Ginkgo biloba

Ginkgo è probabilmente una delle più antiche piante medicinali conosciute. Né le malattie né la presenza di inquinanti atmosferici odierni sembrano vincere l’incredibile vitalità di questi alberi.

Il ginkgo biloba è stato usato per molti millenni nella medicina cinese. È noto per stimolare la circolazione del sangue, che permette un migliore apporto di sangue a tutte le aree del corpo. Questo apporto di sangue è particolarmente vitale per il cervello, che subisce danni irreparabili se ne viene privato per più di qualche minuto.

Come scrisse Alfred Vogel molti anni fa, chiunque le cui abitudini alimentari e il cui stile di vita rispettino il buon senso e la natura beneficerà di un vero ringiovanimento includendo periodicamente il Gingko biloba nella sua dieta quotidiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *