HiSoUR Storia della cultura artistica (Italiano)

, Author

🔊 Riproduzione audio

Il cubismo emerse all’inizio del XX secolo come un movimento artistico d’avanguardia basato su idee completamente nuove. Il termine “cubismo” fu usato per la prima volta dal critico francese di Louis Vauxcelles nel 1908, anche se questo uso fu fuorviante, ma il termine, nonostante il dispiacere dell’artista, alla fine visse.

Il principio del cubismo sta nel disegno spaziale dell’opera dove cattura gli oggetti non solo da un angolo ma da più angoli simultaneamente. L’oggetto esposto era suddiviso in forme geometriche di base (principalmente il cubo latino). Il cubismo doveva quindi affrontare nuove prospettive e creare nuove relazioni spaziali tra i soggetti. Gli oggetti tridimensionali hanno creato molte viste con angoli insoliti.

Il cubismo influenzò, direttamente o indirettamente, lo sviluppo di nuovi stili artistici (futurismo, costruttivismo ed espressionismo). A differenza di altre direzioni, il cubismo, per esempio, non aveva voce in capitolo nella letteratura. Apparve principalmente nella pittura, nella scultura e in parte anche nell’architettura dell’ex Cecoslovacchia, dove acquisì il carattere di uno stile artistico indipendente.

Il cubismo è apparso principalmente nelle belle arti (Picasso, Braque, Cézanne), fortemente influenzato da alcuni architetti, ma non è possibile parlare di cubismo puro, poiché, ovviamente, dovevano essere essenzialmente funzionali. Gli architetti cubisti hanno creato opere individuali che fanno un’impressione piuttosto speciale. L’architettura cubista nel territorio cecoslovacco fu attiva all’incirca dal 1911 fino agli anni venti, soprattutto a Praga. I suoi rappresentanti più importanti si unirono all’Associazione degli artisti di Manes. Tra loro c’erano i pittori Emil Filla, Antonín Procházka e Josef Čapek e lo scultore Otto Gutfreund e gli architetti Josef Gočár, Josef Chochol, Pavel Janák e altri. Lo stile cubista è unico al mondo e non ha mai raggiunto l’architettura cubista di un tale boom come nella Repubblica Ceca.

Architetti:
Per alcuni architetti, il cubismo era molto influenzato, e naturalmente, i loro edifici dovevano essere funzionali, quindi il cubismo puro non si può dire. Gli architetti che hanno creato il cubismo hanno creato opere molto speciali che hanno un’impressione molto forte. L’architettura cubista si stabilì sul territorio dell’attuale Repubblica Ceca grazie a un gruppo di artisti come Emil Filla, Otto Gutfreund, Josef Capek e architetti come Josef Gočár, Josef Chochol e altri. Lo stile cubista è unico al mondo e non ha mai raggiunto un tale boom di architettura cubista come nella Repubblica Ceca. L’architettura cubista fu poi seguita da un rondocubismo più decorativo, chiamato anche art deco ceco.

Josef Gočár – Casa della Madre Nera di Dio a Praga, Casa termale a Bohdanc, Villa Bauer a Libodřice
Josef Chochol – Villa Kovařovicova a Praga sotto Vyšehrad, edificio in via Neklana a Praga, triplo su Rašínovo nábřeží a Praga sotto Vyšehrad
Pavel Janák – Ponte Hlávka a Praga
Otakar Novotný – Case degli insegnanti a Praga
Vlastislav Hofman – Il cimitero del diavolo a Praga

esempio:
Case degli insegnanti a Praga, architetto Otakar Novotny
Cappella di Betlemme a Žižkov a Praga, Zizkov
Edificio cubista all’angolo di via Přemysl e via Neklana a Praga
Villa Bedřich Kovařovice di Josef Chochol in via Libušina a Praga a Vyšehrad, facciata della strada
Villa Bedřich Kovařovice, facciata del giardino
Padiglione termale di Josef Gočár alle terme di Bohdaneč
Villa di Bauer, Liborice
Palazzo Škoda a Praga
Archi del ponte Hlávka
Interno della facoltà di legge, Università Carlo
Grand Café Orient, l’unico caffè cubista al mondo

Rondocubismo
Il condocubismo è una forma locale distinta di architettura ceca. Si sviluppò come un ramo separato dello stile cubista dopo la prima guerra mondiale nella neonata Cecoslovacchia, dove divenne uno stile nazionale per un breve periodo. Tuttavia, è stato gradualmente soppiantato dal funzionalismo a metà del XX secolo.

Per il rondocubismo, come suggerisce il nome, è caratteristico l’uso di forme rotonde, come archi, cerchi e ovali, che si basano su basi cubiste. Queste dovevano ricordare le tradizioni nazionali slave. Il Rondocubismo era più importante a Praga, ma anche in altri luoghi, soprattutto sotto forma di architettura industriale. Il vertice mondiale per la costruzione di architetture rondocubiste sono considerati banche legione del negozio, breve Legiobanka di Josef Gočár e Adria Palace di Pavel Janak a Praga.

Il Roundocubismo si manifestò anche nell’arte, per esempio in Josef Čapek o Objektdesign, fino ad oggi ci sono stanze completamente conservate di Bohumil Waigant e Josef Gočár.

Il Roundocubismo ha cercato di incorporare elementi caratteristici slavi nell’architettura. Questo dovrebbe essere aiutato anche dall’uso dei colori nazionali: rosso e bianco. Le forme degli edifici rondocubisti sono di solito massicce, cilindriche, orbicolari, tronche, un po’ come anelli di legno.

La sede della Legiobanka in via Na Poříčí è un edificio rondocubista dal 1921 al 1923, un edificio premiato dall’UNESCO come esemplare unico di rondocubismo. La sua facciata fu decorata da Otto Gutfreund e Jan Štursa. La vetrata nella sala e i mattoni decorativi sono opera di František Kysely.

Palazzo Adria, costruito nel 1925, Pavel Janak e l’architetto tedesco Praga Josef Zasche su piazza Jungmann per la compagnia di assicurazioni italiana Riunione Adriatica di Sicurtà. La decorazione scultorea è opera di Jan Štursa e Karel Dvořák. Nel 1926, durante una conferenza a Praga, quando l’architetto francese Le Corbusier vide il palazzo Adriatico, lo descrisse come una “costruzione massiccia di aspetto assiro”.

I mobili Rondokubistický nella casa in via Kamenická a Holešovice sono opera di Otakar Novotny.

Altre strutture rondocubiste
1921: Accademia commerciale a Brno, Kotlářská 263/9 (Jaroslav Rössler)
1921-1922: ricostruzione di una villa per Antonín Hořovský a Praga 4-Hodkovičky, Na Lysinách 2, No. 48 (Pavel Janák)
1921-1923: Grandi magazzini Legiobanka, Na Poříčí a Praga (Josef Gočár)
1921-1923: Crematorio a Pardubice (Pavel Janak e Frantisek Kysela)
1922: Edificio UP a Třebíč (Josef Gočár)
1923-1924: Palazzo Adria a Praga 1, Piazza Jungmann (Pavel Janak)
1923-1924: Doppia per Josef e Karel Čapkov a Praga (Ladislav Machoň)
1924: Casa in affitto dell’Associazione degli insegnanti di Praga a Praga 8, Kamenicka 35 (Otakar Novotny)
1924-1925: Grande magazzino Anglobanka a Pardubice (Josef Gocar)
1924-1925: Passaggio Machoňova a Pardubice (Ladislav Machoň)
1925: Villa per Viktor Kříže a Pardubice (Karel Řepa)
1926: Grande magazzino con pasticceria Myšák a Praga 1, via Vodičkova (Josef Gočár)

L’edificio Legiobanka di Josef Gočár, tipico esempio di rondocubismo
Casa in affitto a Praga, Kamenická 35
Crematorio di Pardubice
Passaggio Macoňova a Pardubice
Dettaglio della fabbrica UP, Třebíč
Fratelli di Capek, Praga

Tags: Cubismo architettura ceca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *