I CrossFit Games 2020 in formato ridotto

, Author

La buona notizia: i CrossFit Games 2020 si faranno. La cattiva notizia: si terranno in un formato (molto) ridotto.

In una dichiarazione rilasciata il 7 agosto, il nuovo presidente Eric Roza ha annunciato che i campionati mondiali si terranno in un formato “a due fasi”. Cioè, i 60 atleti qualificati fino ad oggi, 30 uomini e 30 donne da 16 paesi diversi, si sfideranno in una prima parte online nel comfort della loro struttura di formazione nel mese di settembre. Dopo questi eventi iniziali, i primi cinque del mondo si recheranno ad Aromas, in California, per competere in una data successiva, quattro o cinque settimane dopo.

La maggior parte degli atleti sembrava sollevata alla notizia, dopo mesi di incertezza. “Avrei preferito avere i Giochi come previsto, perché questo è ciò per cui mi sono allenato tutto l’anno nonostante le circostanze. Ma la situazione è davvero fuori dal mio controllo quindi apprezzo il fatto che possiamo avere l’opportunità di competere,” ha confidato la campionessa canadese Carol-Ann Reason Thibault.

Patrick Vellner, nel frattempo, è andato avanti con un post umoristico su Instagram in cui ha approvato pienamente il suo accordo per competere online, dicendo che il formato lo sta “trattando bene in questa stagione”. Ricordiamo che ha vinto allegramente il prestigioso Rogue Invitational a maggio.

div

Un post condiviso da Patrick Vellner (@pvellner) il 9 agosto, 2020 a 9:43am PDT

Diversi dettagli, tuttavia, rimangono irrisolti al momento della scrittura. Si sa che giudici esperti – scelti da CrossFit – saranno inviati a ciascuno degli atleti, e che gli eventi saranno trasmessi online. Non si sa cosa succederà ai fusi orari e al tempo assegnato per ogni evento. Da notare: saranno in grado di mantenere le stesse borse per i primi 30 del mondo in questo ambiente senza spettatori e sponsor?

Le date esatte saranno determinate anche dopo conversazioni con gli atleti in questione. Questo è un importante cambiamento di tono al CrossFit, che è stato abituato a dettare regole senza prendere seriamente in considerazione gli input dell’élite mondiale.
Che ne sarà del 2021?

Mentre si sta lavorando duramente per tabulare l’edizione 2020 dei Mondiali, la grande domanda rimane ancora: che forma avrà la stagione 2021? Tutte le indicazioni sono che il primo evento di qualificazione della stagione – il leggendario Open – tornerà in febbraio e marzo. A seconda dello stato della pandemia negli Stati Uniti, i giochi del 2021 potrebbero essere tenuti in tarda estate e anche in ritardo come settembre.
Si parla di mantenere una stagione di eventi “sanzionati” a livello internazionale, ma la maggior parte di quelli previsti per il 2020 e all’inizio del 2021 sarà molto probabilmente costretto a riprogrammare per la stagione successiva, o adottare un formato più localizzato per procedere.
Per dire questo giovane sport è in costante flusso sarebbe un eufemismo grossolano Dire che lo sport è in costante cambiamento sarebbe un eufemismo, ma sembra che le basi che sono state gettate al momento sono qui per rimanere. Ma che potremo apprezzare nella loro forma finale solo nel 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *