I gabinetti asciutti hanno un buon odore o un cattivo odore?

, Author

Quando si parla di bagni a secco, ci si immagina un luogo bucolico in fondo al giardino. Un piccolo angolo privo di qualsiasi comodità… Eppure, alcune famiglie decidono di installarne uno a casa, in casa. Siamo andati a Houx, vicino a D’Yvoir, e a Falisolle, vicino a Sambreville, per vedere i vantaggi e gli svantaggi di queste toilette senza scarico e abbiamo fatto analizzare i loro odori da specialisti in olfattometria! Ecco i risultati!

Sono passati 7 anni da quando la famiglia Pereau ha deciso di installare una toilette a secco all’ingresso della loro casa… e sono passati 7 anni da quando tutti sono stati soddisfatti. Stéphane, il progettista e padre di famiglia composto da 3 bambini piccoli, stima: ”Niente più odori, niente più schizzi e sì, è un risparmio d’acqua da 5 a 10 litri per sciacquone ma anche e soprattutto, niente più prodotti di pulizia che usiamo per i gabinetti classici!”.

Ecologico

Il principio delle toilette a secco è di raccogliere l’urina e gli escrementi in un secchio e di coprire il tutto con materiali secchi: trucioli, segatura, erba secca, foglie morte schiacciate o anche terra. Il tutto viene poi compostato in giardino prima di essere reintrodotto in natura come fertilizzante. E Stéphane ha notato che il suo orto non è mai stato così bello e che persino dei mini-pomodori sono apparsi sul compost. I nostri dejecta sono pieni di risorse…

Economico

Risparmiamo acqua e quindi soldi. Ma d’altra parte, è necessario un po’ di spazio per conservare la materia secca (segatura, trucioli di legno, …) che portano la polvere in casa. Evita i pregiudizi dei visitatori spiegando ai tuoi ospiti come fare perché spesso si sentono persi… Un altro svantaggio, l’obbligo di svuotare il secchio ogni 2-3 giorni, o anche più spesso a seconda del numero di utenti.

Costo?

Per il costo, bisogna contare 60 euro per il secchio in acciaio inox, 50 euro per la pettorina in plastica termoformata (non obbligatoria ma molto più facile e pulita). Per il resto, è il resto del bambù del bagno (ordiniamo sempre il 10% in più per le talee, … che alla fine non usiamo). L’asse della toilette, tutto dipende dal budget che volete, ma è identica a una toilette normale. Quindi direi che mi è costato in materiali ed escluso il sedile circa 150-175 euro. Con la maschera, sono 200 euro.

A Falisolle, vicino a Sambreville, Didier ha installato una toilette a secco 9 anni fa e con molti materiali riciclati. Un fai da te abbastanza semplice: un sedile forato o una tavola forata sotto la quale si faceva scivolare un secchio. Gli è costato 41 euro: 40 euro per la tavola e 1 euro per l’imbuto. Potete mettere una toilette a secco dove volete perché non avete bisogno di un sistema di approvvigionamento idrico o di drenaggio. Un fai da te piuttosto semplice: un sedile forato o una tavola forata sotto la quale è stato infilato un secchio.

Didier ha separato per 1 anno, l’urina dagli escrementi perché secondo lui e quello che ha letto nel libro: “urina in giardino” di Renaud de Looze, è un buon fertilizzante e secondo lui, puzza meno. Ma soprattutto, è più facile spargere una diluizione della sua urina con acqua nel suo orto. Un’irrigazione azotata che ha dato dei bei pomodori grandi quest’estate, di più di 500 grammi.

Gli odori?

È meglio avere un grande giardino per spargere le vostre deiezioni nel vostro compost o rischiate di avere dei riflessi dei vostri vicini. Per scoprire se i gabinetti a secco emettono più o meno odore dei gabinetti convenzionali, abbiamo chiesto a una società specializzata di analizzare le concentrazioni di odore. Dopo aver catturato campioni d’aria in questi bagni, sia sopra che sotto terra, abbiamo chiesto loro di analizzare le concentrazioni di odore. Loïc Raymond, responsabile tecnico di Odometric, ha fatto annusare questi odori a una dozzina di nasi. Per la famiglia Pereau, ecco la sensazione che è emersa: “C’è odore di legno, di humus. È piuttosto piacevole”. Per la toilette di Didier Gilboux, dove l’urina è separata dagli escrementi: “non è molto piacevole, puzza di vecchio compost e c’è anche un odore forte, un po’ come l’ammoniaca”. Ma alla fine, sottolinea Loïc, “nessuno ha veramente rilevato alcun odore di toilette”.”

Le toilette asciutte puzzerebbero meno delle altre? Loïc sottolinea: “Non puzza più di una toilette convenzionale, purché sia ventilata, non si separi l’urina dalle feci e si usi materiale secco che odora di foresta, come il legno e i trucioli di pino”. Odore o non … Sta a voi decidere se avete voglia di fare il grande passo e dimenticare tutti i pregiudizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *