Il corallo, una pietra organica, le sue caratteristiche e virtù

, Author

Il corallo, il cui nome deriva dal greco korallion, è una secrezione calcarea (composta da carbonato di calcio) che è il supporto di una colonia di polipieri marini della famiglia del corallium. Il corallo nero Anthipathes appartiene al gruppo degli Hexacorallia Antipatharia. Il corallo è infatti composto da animali coloniali madreporari. Di varie forme e dimensioni, sono ampiamente distribuiti nelle acque costiere tropicali e non crescono solo nei mari caldi, si trovano anche nei mari freddi al largo della Scandinavia, della Gran Bretagna e della penisola iberica.

Colore: bianco, rosso, nero, rosa, oro

Origine: Isole Canarie, Arcipelago Malese, Australia, Mediterraneo, Giappone, Scandinavia, Gran Bretagna, Spagna, Mar Rosso, Golfo di Biscaglia, Francia

Simbolo: Di forza vitale

Storia e uso: Secondo una leggenda greca, il corallo sarebbe gocce di sangue versate da Medusa, una delle Gorgoni. Sarebbe la sua testa tagliata da Perseo, che sarebbe stata trasformata in corallo.

Il corallo era conosciuto e utilizzato fin dalla preistoria: intarsi e guarnizioni di oggetti in corallo sono stati scoperti in tombe celtiche del periodo La Tène (età del ferro recente). In epoca romana, i centri di lavoro si trovavano in Asia Minore, a Smirne e Magnesia. Diverse virtù furono attribuite al corallo che si sviluppò poi dopo il Medioevo: questa pietra organica doveva allontanare l’omicidio, fermare le emorragie, preservare dai geni del male e calmare le tempeste e le tempeste, allontanare i terrori del panico, gli incubi, e anche curare le malattie degli occhi e facilitare la crescita dei denti. Veniva indossato come amuleto per allontanare il malocchio ed era ampiamente utilizzato per le pratiche di magia nera.

In Italia, gli uomini indossavano piccole corna intagliate nel corallo, e le donne indossavano palle. Dai tempi del Rinascimento fino alla metà del XX secolo, i gioielli di corallo erano molto di moda. Al giorno d’oggi, sono ancora apprezzati in Oriente e intorno al Mediterraneo, soprattutto in Italia. La regina Margherita di Savoia aveva un ornamento fatto di corallo preso nel golfo di Napoli. Si possono ammirare nei musei dedicati al corallo pezzi superbi A Tosashmizu, in Giappone o in Italia vicino a Torre del Greco.

Il corallo è una pietra sacra per i Tibetani ed è uno dei sette gioielli del buddismo sino-giapponese.

Oltre a fare gioielli o oggetti decorativi, il corallo è anche usato in chirurgia per la ricostruzione ossea.

Segno zodiacale: pisces, aries, bull, gemini, cancer, lion, virgo, libra, scorpio, capricorn

Chakra: cuore, radice

Purificazione e carica: nessuna poiché il corallo non trattiene le energie assorbite

Virtù psichiche: in litoterapia questa pietra è utilizzata per il suo apporto di energia, vitalità e gioia di vivere. Aiuta a rilassarsi e a una maggiore flessibilità, a risolvere i problemi emotivi e promuove la visione interiore e la meditazione.

Virtù fisiche: il corallo è una pietra organica tonica generale, ideale per le donne. Come elisir, il corallo rafforza il cuore, il sistema circolatorio e influenza il metabolismo attivando la ghiandola tiroidea e quindi eliminando le tossine più facilmente, la qualità del sangue sarebbe migliorata. Rafforza anche la colonna vertebrale ed è raccomandato per il ciclo mestruale e contro i piedi freddi, le vene varicose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *