Il parere dell’esperto: i vantaggi del prestito convertibile

, Author

Mentre non era ancora andato davanti al notaio per depositare lo statuto della sua società, il nostro imprenditore seriale aveva trovato un business angel per un importo “tra 100.000 e 500.000 euro”, ci ha infilato. Un intervento sotto forma di “prestito convertibile”. Per Xavier Corman, un tale prestito “offre il vantaggio di poter rimandare la complicata discussione sulla valutazione dell’azienda. A questo punto, quanto vale un’idea e una presentazione powerpoint? È complicato e un prestito convertibile permette di evitare una discussione, in questa fase, sulla valutazione e quindi la diluizione delle azioni”.

Per Thibaut Claes, gestore degli investimenti del fondo W.IN.G e specialista nel finanziamento di start-up digitali, il “prestito convertibile è davvero una soluzione adeguata per un progetto molto giovane come questo. È anche sempre più utilizzato per le start-up. Il prestito convertibile offre due vantaggi principali. Il primo è la sua rapidità: non è necessario andare davanti a un notaio o stabilire un accordo tra azionisti. Il secondo, per l’imprenditore, è che non dà assolutamente nessun controllo, in questa fase, all’investitore che è solo un prestatore”.

Mentre è più veloce ed evita le trattative di valutazione, il prestito convertibile richiede ancora alcune discussioni con l’investitore. “Diversi punti devono effettivamente essere negoziati”, dice Thibaut Claes. L’importo del prestito, naturalmente, il tasso del prestito che è generalmente tra l’1 e il 5%, ma anche eventuali clausole nel quadro di un eventuale rimborso da parte dei fondatori o la nozione di sconto per l’investitore al momento dell’ingresso nel capitale. Tuttavia, l’esperto di investimenti sottolinea il punto debole del prestito convertibile che è la sua stessa natura. “Se il prestito convertibile permette di non menzionare la valutazione della start-up e di evitare la realizzazione di un accordo tra azionisti (poiché l’investitore non diventa un azionista in questa fase), può anche essere uno svantaggio, dice Thibaut Claes. In effetti, l’accordo tra azionisti è un documento importante che è il risultato di molte discussioni e negoziazioni. È un documento la cui creazione può dare origine a tensioni tra imprenditori e investitori. Questo costituisce un buon test per vedere se le parti sono allineate o no.”

Ancora oggi, il prestito convertibile è diventato una pratica abbastanza standard nel mondo delle startup digitali che si stanno lanciando. Alcuni fondi come Digital Attraxion, il Seeder Fund o anche W.IN.G utilizzano regolarmente questa tecnica che alcuni chiamano “founder friendly”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *