iOS 14: Apple permette finalmente di scegliere il browser e l’app di posta predefiniti su iPhone e iPad

, Author

L’annuncio è stato fatto brevemente alla conferenza degli sviluppatori WWDC 2020 di Apple: una slide introduttiva durante il keynote di apertura e una menzione introduttiva nel rundown delle nuove funzionalità lanciate con il rilascio di iOS 14.

Cosa c’è di nuovo: gli utenti di iPhone e iPad, che useranno questa nuova versione del sistema operativo (iOS 14, iPadOS 14), saranno in grado di scegliere a piacimento l’app di posta elettronica e il browser predefiniti sul loro dispositivo. Fino ad allora, erano costretti ad usare le app native di Apple, Mail e Safari.

Con iOS 14, è possibile impostare un’app di terze parti come app predefinita per la posta elettronica o il browser in tutto il sistema, dice Apple.

Scegliere Gmail o Outlook, Chrome, Mozilla, Edge, o Opera

Non appena l’aggiornamento sarà rilasciato, che dovrebbe essere questo autunno, questo renderà possibile optare per Gmail o Outlook per inviare o rispondere a una e-mail in arrivo. Sarete anche in grado di selezionare Google Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge, Opera, o altri browser al posto di Safari su un iPhone o iPad.

Per ora, solo questi due tipi di app sono interessati, ma possiamo immaginare che Apple darà ai suoi utenti un po’ più di libertà in futuro, aprendo la scelta delle app predefinite alle app musicali o anche agli assistenti vocali, per esempio. Sembra improbabile, tuttavia, che applicherà questo alla sua app di messaggistica, date le nuove funzioni in Messaggi in iOS 14 su iPhone.

Gli sviluppatori dovranno aggiornare le loro app

Perché questa caratteristica sia presa in considerazione con il rilascio di iOS 14, le app interessate dovranno essere aggiornate dagli sviluppatori. I browser di terze parti dovranno usare WebKit come motore di rendering. Così, le principali differenze tra Safari e il nuovo browser selezionato di default saranno nell’interfaccia utente così come nelle opzioni di sincronizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *