La febbre nei bambini: adottare i giusti riflessi

, Author

La febbre è definita come una temperatura corporea superiore a 38 °C. Nei bambini, è un fenomeno molto comune che accompagna molte infezioni. Negli ultimi dieci anni, le raccomandazioni riguardanti la sua gestione si sono evolute. Non si tratta più di abbassare la temperatura a tutti i costi, ma piuttosto di aiutare il bambino a sentirsi meglio.

Come prendere la temperatura?

Rettivamente con un termometro elettronico (quelli con mercurio sono stati vietati dal 1998). Questa è la misura più precisa della temperatura corporea. I termometri per la fronte non sono affidabili, come per i termometri per l’orecchio, l’Associazione francese di pediatria ambulatoriale ritiene che sia necessario imparare a usarli correttamente (un cattivo posizionamento nell’orecchio può dare una misurazione errata).

Non ha senso controllare la temperatura al decimo di grado, o ogni ora, è meglio interessarsi allo stato generale del bambino: mangia bene? Dorme bene? Sta giocando come al solito?

Come dare sollievo al bambino?

Non copritelo troppo con i vestiti, anche se sembra rabbrividire. Bisogna dargli regolarmente dei liquidi, perché uno dei rischi della febbre è la disidratazione. Se è un neonato, offritegli il seno o un biberon di latte in polvere più spesso.

Un panno bagnato sulla fronte può dargli sollievo, d’altra parte, un bagno “fresco” è inutile, persino dannoso. Non ci sono prove che questo abbassi la temperatura in modo permanente, ed è piuttosto spiacevole per il bambino.

Quando dargli la medicina?

Se un bambino sopra i 4-6 mesi ha la febbre, ma le sue condizioni generali sono buone, non è essenziale dargli la medicina. Deve essere monitorato assicurandosi che beva regolarmente. Non è necessario forzarlo a mangiare.

D’altra parte, se il bambino non sembra stare bene, o se notiamo un cambiamento nel suo comportamento: diminuzione della vigilanza, difficoltà a mangiare, sonno disturbato, se è scontroso o se interagisce meno, possiamo considerare un trattamento per migliorare il suo comfort. È essenziale in questo caso rispettare il dosaggio e la frequenza di assunzione indicati sul foglietto illustrativo del farmaco.

Quale farmaco dargli?

  • Il paracetamolo orale è il farmaco più efficace e più sicuro per combattere la febbre. Può essere offerto continuamente per le prime 24 ore per il comfort del bambino indipendentemente dalla temperatura (distanziando le dosi ogni 6 ore).
  • Ibuprofene può essere considerato. È molto efficace contro la febbre nei bambini, la sua attività antinfiammatoria è utile per combattere il dolore. Tuttavia, è riservato ai bambini sopra i 6 mesi, ed è fortemente sconsigliato durante la diarrea significativa, e in caso di sospetto di varicella.
  • Aspirina è vietata nei bambini sotto i 12 anni.

Inoltre, nessuno studio ha dimostrato l’interesse di alternare o combinare questi due farmaci per combattere la febbre. Tanto più che in caso di effetti collaterali o di allergia, complicherebbe il lavoro dei medici per identificare il responsabile.

Quando consultare un medico?

  • Se il tuo bambino ha meno di 3 mesi e la sua temperatura supera i 38 °C, chiama il pronto soccorso o il tuo medico. Se non è disponibile, andate all’ospedale, un controllo (esame del sangue, analisi delle urine …) deve essere stabilito per cercare una possibile infezione batterica.
  • Se il vostro bambino ha da 3 a 6 mesi, vedere il medico durante il giorno.
  • Oltre i 6 mesi, consultare solo se la febbre è molto alta (più di 40°) e resistente al trattamento somministrato, soprattutto se è associata a disturbi digestivi, pianto persistente, pallore o se il comportamento del bambino è molto diverso da quello abituale.
  • Qualunque sia l’età, consultare urgentemente se il bambino è senza fiato, pallido, se ha un comportamento molto insolito, e se perde conoscenza o è colto da convulsioni.

Per saperne di più

  • Foglio informativo sulla gestione della febbre nei bambini, sul sito dell’Alta Autorità della Salute (HAS).
  • “Reagire in caso di febbre” su mpedia.fr, il sito per i genitori da parte di medici specializzati in bambini, progettato dall’Associazione francese di pediatria ambulatoriale.

Condividi sulle reti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *