La polizia di Los Angeles nasconde il 40% dei crimini gravi

, Author

Il sistema è semplice: digita il tuo codice postale e clicca “vai”. Decine di piccoli punti colorati appaiono su una mappa del tuo quartiere. I punti arancioni simboleggiano le rapine. Quelli blu rappresentano le aggressioni. Gli stupri sono rappresentati in verde. Omicidi, in giallo.

Sviluppato dal Los Angeles Police Department (LAPD), il L.A. Crime Map è uno degli esperimenti più avanzati nella diffusione di informazioni sul crimine negli Stati Uniti.

Titolato LAPD Crime Map, il sito è usato da migliaia di cittadini ogni giorno. I potenziali acquirenti di case lo visitano per scoprire quanto è sicuro un quartiere. I commercianti lo consultano per pianificare le espansioni delle filiali.

Una mappa incompleta

Oppure, il sito, che è l’invidia di molti esperti e ricercatori di tutto il mondo, ha un piccolo sporco segreto: ben il 40% dei crimini gravi avvenuti a Los Angeles dall’inizio dell’anno non vi compare.

Non meno di 26 omicidi, 137 casi di stupro e 10.766 casi di rapina di tutti i tipi avvenuti nel 2009 non si trovano da nessuna parte sulla mappa pubblica.

In un caso, un uomo nascosto nel sedile posteriore di una macchina ha costretto una donna a portarlo in un appartamento abbandonato di North Hollywood e poi l’ha aggredita sessualmente. Il crimine, su cui sta indagando la polizia di Los Angeles, non era elencato nella mappa web disponibile al pubblico.

Alcuni cittadini hanno ritenuto che la mappa non fosse aggiornata. Mike, un residente del quartiere di Echo Park che vuole mantenere il suo cognome anonimo, si è svegliato una mattina per rendersi conto che qualcuno aveva rotto il finestrino della sua auto durante la notte e ha fatto fuori il suo computer portatile nascosto sotto il sedile. Ha denunciato il crimine alla polizia, ma è stato sorpreso di vedere che l’incidente non appariva sulla mappa online del suo quartiere.

“Ho pensato che fosse solo un errore del computer, ma ora capisco perché”, dice. È diffuso.

È stato il Los Angeles Times che ha rotto la storia la scorsa settimana. Il giornale stava cercando nei database del crimine per fare la propria mappa fatta in casa, quando i giornalisti si sono resi conto: più di 19.000 incidenti avvenuti negli ultimi sei mesi o più non erano sulla mappa web della polizia di Los Angeles.

Al tempo stesso, il database della polizia di Los Angeles sembra essere completo, ha notato il giornale.

Problema del subappaltatore

La scorsa settimana, il capo della polizia di Los Angeles William Bratton ha detto che una società subappaltatrice della città responsabile dell’aggiornamento della mappa è responsabile del problema.

“Non ho un problema con il Times. Ho un problema con il subappaltatore”, ha detto.

Bratton, ex capo della polizia di New York sotto Giuliani e visto da molti analisti come un potenziale candidato a guidare Scotland Yard, ha detto che la società, PSOMAS, stava lavorando per correggere il problema “a tempo pieno e senza spese aggiuntive per la città”.

Il capo ha ribadito che tutti i crimini sono investigati dalla polizia di Los Angeles e ha detto che la mappa incompleta rimarrà online mentre tutti gli incidenti saranno elencati.

Su internet: lapdcrimemaps.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *