Lalla Mimouna: dirigenti di unità di imballaggio e persone incaricate del trasporto dei lavoratori perseguiti

, Author

Sulla base dei risultati delle indagini giudiziarie ordinate dalla procura generale sulle circostanze della diffusione del Covid-19 in tre unità di imballaggio di frutta rossa a Lalla Mimouna, nella provincia di Kenitra, e che hanno rivelato un sospetto di inosservanza delle misure preventive e precauzionali messe in atto dalle autorità pubbliche per frenare la diffusione di questa situazione epidemiologica e garantire la sicurezza delle persone, è stato deciso di perseguire alcuni dei responsabili della gestione delle suddette unità di produzione, così come alcune persone incaricate del trasporto dei lavoratori, per aver violato le disposizioni dell’articolo 4 della legge sullo stato di emergenza sanitaria e di convocarli a comparire davanti al tribunale per essere giudicati secondo la legge”, ha detto il comunicato del procuratore reale.

Come promemoria, il 19 giugno, diversi focolai epidemici di contaminazione da Covid-19 sono stati scoperti tra le lavoratrici delle fabbriche di imballaggio Frigodar e Natberry Maroc a Lalla Mimouna, un comune vicino a Moulay Bousselham, nella provincia di Kenitra.

Sono stati inizialmente annunciati circa 600 casi, con altre decine aggiunte nei giorni successivi. Tutti i casi rilevati sono stati trasportati in un ospedale da campo allestito nel comune di Sidi Yahya El Gharb per contenere l’epidemia.

Un’indagine amministrativa, condotta da una commissione composta da membri dei ministeri della Salute, dell’Agricoltura, del Lavoro e dell’Interno, era stata avviata “per stabilire le responsabilità”, come specificato dal ministro dell’Interno Abdelouafi Laftit.

(con MAP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *