Miracolosamente guarito dal croup?

, Author

Nel 1856, il piccolo Silvain era molto malato; i suoi genitori temevano per la sua vita ed erano disperati. Il bambino tossisce e respira male; gli è stato dato dello sciroppo, di cui si vede una bottiglia con un cucchiaio sul marmo della cassettiera, ma niente è servito. Giace inerte sul suo letto, con la testa nella nebbia. Suo padre, accasciato su una sedia, rimugina su tristi pensieri; sua madre si inginocchia con gli occhi al cielo, pregando la Santa Vergine. Si crede che abbia il croup e che stia per morire. Tuttavia, il ragazzo non morì; un ex-voto attribuisce il merito alla Vergine, che apparve sopra il letto bianco a baldacchino in una nuvola circolare blu e bianca; si tratta di un grazioso olio su tela tableautin (25 x 32 cm) che si può vedere a Notre-Dame-de-Consolation a Hyères (Var), offerto dai genitori, i signori Paula.
Cosa è successo? Affinché si possa parlare di croup, la cui prognosi tutti sapevano allora essere “gravissima” (p. 485, infra), il ragazzo doveva tossire, in crisi sempre più ravvicinate e sempre più violente, in un modo che si considerava caratteristico, una tosse striulata, “rauca, rauca, rauca” (p. 461, infra) e che aveva difficoltà a respirare, con forse anche attacchi di soffocamento, ma senza arrivare all’asfissia che lo avrebbe ucciso. È il dottor Eugène-Raymond Archambault (1822-1883)b che consulteremo oggi per vedere più chiaramente; vero specialista delle malattie dei bambini, medico dell’Hospice des Enfants malades, autore in particolare di Réflexions sur la trachéotomie à la période extrême du croup et la dysphagie, qui, dans certains cas, lui est consécutive (1854), De la trachéotomie dans la période ultime du croup, memoria letta alla Société médicale des Hôpitaux de Paris, nella seduta del 12 luglio 1867c, e di un libro di valutazione, Leçons cliniques sur les maladies des enfants (1884)d, Non ha perso interesse nel trattamento medico della difterite in generale e in un grande dibattito terapeutico, con il suo Étude sur l’emploi de la pilocarpine contre la diphtériee, Fu anche l’autore del lungo articolo “croup” nel Dizionario in 100 volumi, pilotato da Dechambre (volume 23, 1879), che è il nostro riferimento oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *