Moda invernale senza crudeltà sugli animali

, Author

Hai bisogno di un cappotto caldo e di nuovi stivali per la stagione fredda? Ecco alcuni suggerimenti su come sostituire i tuoi vestiti invernali con altri che sono… senza prodotti animali.

Perché senza pelliccia?

Oltre ad uccidere milioni di animali ogni anno in Canada, l’industria della pelliccia non è così ecologica come sembra. In effetti, contribuisce molto all’inquinamento del suolo e dell’acqua utilizzando vari prodotti chimici necessari per conciare, lavare, tingere e rifinire le pelli. Inoltre, gli allevamenti di visoni e volpi – che sono i principali animali sfruttati per la loro pelliccia – generano uno spreco di acqua potabile e di cibo (per alimentare gli animali) oltre a contribuire al riscaldamento globale.

Perché niente lana?

L’industria della lana è direttamente collegata all’industria della carne; le pecore e gli agnelli che vengono allevati per la lana vengono per lo più uccisi per il consumo umano dopo pochi mesi o anni di vita. L’Australia è uno dei maggiori produttori di lana. Lì si pratica comunemente la tecnica del mulesing, che consiste nel tagliare la coda e parte dei quarti posteriori delle pecore per minimizzare il rischio di infezione da miasi (parassiti causati da larve di mosca). Ahi!

Perché niente pelle?

La pelle è un sottoprodotto dell’industria della carne. La maggior parte della pelle sul mercato proviene da India, Bangladesh e Cina. Dato che non ci sono regolamenti che obbligano i produttori a indicare l’origine della pelle sulle etichette, è impossibile rintracciare il suo paese d’origine o sapere da quale animale proviene: bovino, capra, cane, gatto o altro. Inoltre, l’industria della pelle è molto dannosa per la salute dei lavoratori, che hanno le mani immerse quotidianamente in prodotti tossici e coloranti durante la lavorazione delle pelli.

Perché niente piumino?

La piuma proviene da uccelli allevati principalmente per la carne o il foie gras. Quindi è un altro sottoprodotto dell’industria della carne. Si usano due metodi per spennare oche e anatre: il primo, estremamente doloroso, consiste nello strappare le piume dal corpo di uccelli completamente coscienti. Il secondo avviene una volta che gli uccelli sono morti.

Puoi dire no a questa crudeltà acquistando prodotti che non incoraggiano lo sfruttamento animale!

Qui ci sono marche e aziende che offrono abbigliamento e accessori privi di prodotti animali (pelliccia, lana, pelle, piuma) per tenerti caldo durante la stagione fredda.

Chlorophylle
Abbigliamento outdoor; diverse scelte di cappotti fatti con tessuti sintetici

Columbia
Scelta di abbigliamento fatto con fibre sintetiche, disponibile attraverso vari punti vendita

Helly Hansen
Disponibile presso i principali rivenditori; diversi articoli fatti con fibre sintetiche

Kamik
Azienda ambientalmente consapevole; aderisce a vari programmi per ridurre la sua impronta di carbonio. Scelta di stivali senza pelle o pelliccia vera

Luce di tutti – SPCA preferito!
Azienda etica e vegana con sede a Montreal. Approfitta del 15% di sconto sui tuoi acquisti presso l’azienda, con il codice promozionale SPCA15

Matt & Nat
Scarpe, stivali, accessori e borse interamente vegani

MEC
Azienda attenta all’ambiente e al commercio equo e solidale. Molte scelte di abbigliamento in fibra sintetica.

Moo Shoes
Grande selezione di stivali e scarpe vegane. Negozi situati a New York e Los Angeles

Native Shoes
Stivali e scarpe senza prodotti animali

NOIZE
Cappotti senza prodotti animali, realizzati in Canada

Patagonia
Collezioni di capispalla e cappotti in fibra sintetica, certificato fair trade, eco-friendly e fatto con cotone organico

Save the Duck – SPCA Favorite
Cappotti senza animali disponibili da Winners e Simons, tra gli altri.

The North Face
Molte scelte di abbigliamento in fibra sintetica, disponibili in vari punti vendita

Twik
Focus del commercio equo e solidale; molti capi sintetici

Vaute Couture
Abbigliamento, cappotti e accessori completamente vegani

Wully Outerwear
Cappotti completamente vegani, prodotti in Canada

Due miniere d’oro per grandi trovate cruelty-free: Etsy e i negozi dell’usato locali!

Queste aziende offrono grandi opzioni per i nostri compagni canini:

Canada Pooch
Chilly Dogs
RC Pet Products
Save the Ducks – SPCA Favorite
Teckelklub

Patagonia
Wully Outerwear
Save the Duck
NOIZE
Salva L’anatra
Vaute Couture

mn_gingras_bio_2inMarie-Noël Gingras

Marie-Noël Gingras lavora nel dipartimento di difesa degli animali alla SPCA di Montreal. Negli ultimi anni, ha collaborato a numerosi progetti legati al benessere e ai diritti degli animali (tra cui i blog Vert et fruité e Portraits de véganes e il Montreal Vegan Festival), oltre ad essere una delle organizzatrici del Quebec 21-Day Vegan Challenge e a firmare le ricette del libro omonimo, dell’autrice Élise Desaulniers, pubblicato nella primavera del 2016 (Éditions Trécarré). Seguila su Facebook per scoprire altre idee cruelty-free!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *