Possiamo lasciare una radice residua o un apice?

, Author

La domanda di oggi: “possiamo lasciare una radice residua? “

Per prima cosa definiamo cos’è una radice residua:
come suggerisce il nome, è un frammento di dente residuo rimasto nell’osso alveolare.

Ci possono essere diverse ragioni che portano all’esistenza di una radice residua:
– un dente cariato non trattato, che è stato completamente distrutto ad eccezione di una radice che è rimasta nell’osso, e che a volte può rientrare, cioè chiudersi nell’osso.

Residuo delle radici dei denti distrutte dalla carie (lescoursdentaire.info)

– un dente estratto da cui una radice o un pezzo di radice è stato “dimenticato” o lasciato indietro di proposito (vedremo perché più avanti).

– un pezzo di radice lasciato indietro di proposito, per evitare troppi danni all’osso, o per non danneggiare un nervo importante. Per la decisione di lasciare un apice, questo deve essere profondo, perfettamente sano, e non ci deve essere nessuna immagine radiologica patologica in contatto con esso. In queste condizioni, e solo in queste condizioni, una radice residua può essere lasciata per evitare danni collaterali significativi.

Generalmente, ma non sempre, la radice verrà su da sola dopo un periodo di tempo variabile da uno a diversi anni, rendendo più facile la sua rimozione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *