Procedura di pagamento semplificata

, Author


Procedura di pagamento delle indennità di disoccupazione temporanea in seguito alla crisi del coronavirus (aggiornamento 25/05/2020)

La procedura di pagamento delle indennità di disoccupazione temporanea è stata semplificata il più possibile.

Il lavoratore deve presentare una domanda di indennità a un organismo di pagamento (sindacale: CGSLB, CSC, FGTB o pubblico: Capac). Per farlo, deve compilare un modulo semplificato che può trovare nella prima pagina del sito web del suo organismo di pagamento. Indica sul modulo:

  • la data della domanda di indennità, cioè la data del 1° giorno di disoccupazione temporanea;
  • il suo numero di conto;
  • i suoi dati di identificazione.

Invia questo modulo al suo organismo di pagamento seguendo la procedura che è anche menzionata sullo stesso sito. Se lo desidera, il lavoratore può passare attraverso il sito web dell’Onem alla voce Come si fa, come lavoratore, a chiedere l’indennità di disoccupazione temporanea? nella prima pagina, che lo porterà direttamente al sito web del suo organismo di pagamento.

Il datore di lavoro che mette il lavoratore in disoccupazione temporanea deve fare una dichiarazione elettronica delle ore di disoccupazione temporanea durante il mese interessato. Può scegliere tra due canali di comunicazione: o tramite un’applicazione web sul sito del portale della sicurezza sociale Dichiarazione mensile delle ore di disoccupazione temporanea o sospensione dei dipendenti DRS Scenario 5, o inviando un file batch strutturato (principalmente tramite un segretariato sociale o un fornitore di servizi). Il datore di lavoro non deve aspettare la fine del mese per fare questa dichiarazione e può farlo non appena sono noti tutti i dati fino alla fine del mese. Questa dichiarazione viene trasmessa automaticamente all’agenzia di pagamento. Alcuni lavoratori sono esentati dal presentare una richiesta di prestazioni (vedi foglio informativo T2).

Una volta che l’organismo pagatore è in possesso di questi due documenti, può pagare le prestazioni per il mese in questione, al più presto, all’inizio del mese successivo. Non deve aspettare una decisione dell’Onem.

Per questo motivo si consiglia vivamente ai lavoratori e ai datori di lavoro di completare queste formalità il più rapidamente possibile. Domande e dichiarazioni rapide e complete permettono di versare le indennità più rapidamente.

L’indennità di disoccupazione temporanea corrisponde al 70% del salario medio massimo (a 2.754,76 euro al mese). Il lavoratore riceverà un’indennità giornaliera compresa tra 55,59 euro (minimo) e 74,17 euro (massimo). Per un mese intero, riceverà una media di 26 indennità giornaliere*.

Il lavoratore ha diritto a un supplemento di 5,63 euro al giorno se è temporaneamente disoccupato per cause di forza maggiore, anch’esso pagato dall’agenzia di pagamento. Ha diritto a un supplemento di almeno 2 euro al giorno se è temporaneamente disoccupato per motivi economici, che è pagato dal datore di lavoro o da un fondo di assicurazione sulla vita.

Su questi importi viene trattenuta una ritenuta fiscale del 26,75%. Per le prestazioni dei mesi da maggio 2020 a dicembre 2020 compresi, questa trattenuta è stata ridotta al 15%.

*Importi mensili: questi importi sono dati a titolo indicativo perché il lavoratore temporaneamente disoccupato è raramente compensato per un mese intero (26 giorni in media) ma solo per i giorni in cui è temporaneamente disoccupato nel corso del mese (in realtà le ore di disoccupazione temporanea convertite in giorni). Questi sono gli importi per la disoccupazione temporanea per forza maggiore dovuta all’epidemia di coronavirus. Questi importi possono essere leggermente diversi per la disoccupazione temporanea per motivi economici (perché il supplemento è diverso come spiegato sopra).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *