R.Kelly: una delle sue fidanzate gli volta le spalle e dice di essere una vittima

, Author

Per due decenni, il cantante R’n’B R. Kelly ha affrontato numerose accuse di aggressione sessuale e stupro. Numerose donne vittime hanno parlato per il documentario in sei parti Surviving R. Kelly, che è andato in onda sul canale americano Lifetime. All’epoca, due “compagne” del cantante lo difesero sulla CBS: Joycelyn Savage, 24 anni, e Azriel Clary, 22.

Considerate forti sostenitrici nel caso, entrambe le donne hanno sempre affermato di aver fatto sesso consensuale con R.Kelly. “Non sono trattenuta contro la mia volontà, sono esattamente dove voglio essere, la mia famiglia non sa di cosa sta parlando, non mi hanno fatto il lavaggio del cervello”, ha detto così Joycelyn a TMZ. Ma ha appena cambiato tono: descrive, sulla piattaforma Patreon, la sua relazione come abusiva.

Durante questo discorso/confessione, apprendiamo che la giovane donna ha incontrato il cantante ad un concerto nel 2015. Lei aveva 19 anni, lui ne aveva già 48. “Robert mi guardava sempre in modo sessuale le prime volte che ci siamo incontrati”, racconta. Le ha promesso meraviglie, che l’avrebbe resa una star: “Mi diceva esattamente: ‘Baby, sarai la prossima Aaliyah'”. R.Kelly e Aaliyah erano sposati, lui aveva 27 anni e lei 15 al momento dell’unione illegale nel 1994. Era diventata una delle più grandi star della musica degli anni 90 prima di morire in un incidente aereo nel 2001 all’apice della sua carriera.

Già sotto l’incantesimo e l’influenza di R.Kelly, Joycelyn doveva chiamarlo “maestro” o “papà”. “Le cose hanno cominciato a peggiorare. Alzava la voce se non lo chiamavo così. Se Robert mi chiamava, dovevo dire ‘Sì, papà’ o ‘Per favore, papà’, era così prepotente”. Non le era permesso di stare da sola, gli assistenti del cantante l’accompagnavano sotto la doccia e aspettavano sulla porta di casa; le sue chiamate ai genitori erano monitorate, a volte persino sceneggiate.

Come Joycelyn Savage ha siglato una partnership con Patreon, pubblicherà ogni giorno capitoli della sua storia. “Rivelazioni” per cui sta “rischiando la vita” scegliendo di rompere il silenzio: il cantante le ha fatto firmare un accordo di riservatezza. Intervistato da Variety, l’avvocato di R.Kelly ha rilasciato un comunicato stampa. “Jocelyn ora sta cercando di fare soldi sfruttando la sua relazione romantica di lunga data con Robert ed è spiacevole”, ha risposto al fuoco.

R.Kelly è attualmente incarcerato a Chicago in attesa del processo del 18 maggio 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *