Rifugio per animali: esplodono le richieste di adozioni

, Author

I rifugi per animali stanno vedendo salire le richieste di adozioni. Senza dubbio in parte una conseguenza del sentimento di isolamento di alcune persone, rafforzato dalle misure di contenimento.

Al Blue Cross, a Forest, le adozioni sono aumentate del 30% rispetto al periodo prima della pandemia. I cani sono gli animali più ricercati. “Sul sito di Bruxelles, non ne è rimasto quasi nessuno”, nota Mortimer Van der Meeren, il manager. Probabilmente anche perché i proprietari dei cani hanno avuto la possibilità di uscire più facilmente, per portare a spasso il loro animale.

“In molti casi è un rimedio contro la solitudine”, spiega ancora il responsabile della Croce Blu, che precisa che le condizioni di adozione sono rimaste le stesse e non sono state allentate a causa della situazione.

Veeweyde conferma che le richieste sono chiaramente in aumento, ma date le misure di sicurezza, il viaggio è più lungo e lento. Infatti, sono permessi solo quattro appuntamenti al giorno con i potenziali adottanti. “Ma l’agenda è piena fino a metà giugno”, dice Ludivine Nolf, portavoce di Veeweyde. Richieste legate alla solitudine? “Non solo”, risponde lei. “Il fatto che la gente sia più a casa e più disponibile è anche una motivazione.”

Redazione online

■ Reportage di Thomas Dufrane e Yannick Vangansbeek, con Corinne Debeul

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *