Test della porta soffiante: perché, come, quanto?

, Author

Si stima che circa un terzo della perdita di calore di una casa sia dovuta a perdite d’aria. Emmanuel Cosgrove dà un’immagine eloquente di questo difetto di costruzione: “ogni buco nella busta lascia uscire banconote da venti dollari! “. Ecohabitation raccomanda quindi vivamente di cercare le perdite e di ripararle. E per fare questo, niente di meglio che il blower door test.

Che cos’è un blower door test? Come si procede?

Il blower door test ci permette di identificare le perdite d’aria in un edificio. Questo test permette di ripararli e di ottenere una maggiore tenuta d’aria… e un maggiore rendimento energetico! In concreto, misura il numero di ricambi d’aria all’ora nello spazio testato (casa, condominio…). Non troverete video fai da te su YouTube da guardare per questo: dovete assumere un professionista per farlo. Ce ne sono molti, avrai l’imbarazzo della scelta a seconda della zona in cui ti trovi. Benjamin Zizi, consulente tecnico in efficienza energetica di Écohabitation (lo potete vedere nelle foto seguenti), esegue anche questo tipo di test. Potete contattarlo direttamente se vivete nella zona di Montreal.

Ecco la procedura che seguirà: tutto inizia con la chiusura di porte e finestre e altre aperture della casa (il camino, per esempio). Poi un grande ventilatore viene installato nella porta principale (aperta) e sigillato con un telo impermeabile. Quando il ventilatore di scarico è acceso, la casa è depressurizzata da una pressione negativa, 50 Pascal più bassa della pressione esterna. Così, l’aria viene aspirata da qualsiasi buco della casa, non importa quanto piccolo.

Installazione della porta per il blower door test in una casa in costruzione da parte del perito Benjamin Zizi © Écohabitation

L’infiltrazione d’aria creata è 20 volte maggiore di quella causata normalmente dal vento. In questo modo, possiamo misurare la quantità di aria che entra in relazione al volume della casa, e il tempo necessario per rinnovare completamente l’aria nella casa. In base alle dimensioni della casa e al volume d’aria nella casa, l’operatore può quindi determinare il ricambio d’aria all’ora (ACH) dell’edificio in prova.

ACH: piccole perdite, grandi conseguenze

In Nord America, le case che sono attualmente in costruzione sembrano generare tassi medi di perdita d’aria di circa 3 ricambi d’aria all’ora (3 ACH). Per illustrare: se avete un risultato di 1 CAH, questo equivale a lasciare un’apertura di 12 mm in una porta finestra in una casa di medie dimensioni.

3 cambi d’aria all’ora è molto meglio che nella maggior parte delle vecchie case in cui il volume totale dell’aria sarà sostituito naturalmente diverse volte al giorno, ma è ancora un sacco di perdita di calore! E non solo questo causa bollette di riscaldamento più alte, ma influisce anche sulla durata della casa. Perché l’aria che fuoriesce è spesso umida, e nella misura in cui quest’aria umida entra nei fori delle pareti, può condensare e depositare umidità sui materiali. L’umidità significa marciume e muffa, e i muri marci e ammuffiti significano costose e importanti ristrutturazioni della casa. Non c’è niente di buono nell’aria calda che fuoriesce dall’edificio in inverno.

Così, alcuni sistemi di rating o certificazioni stabiliscono obiettivi CAH più rigorosi da raggiungere. Per esempio, i requisiti di Novoclimat sono ora un massimo di 1,5 CAH, mentre il tasso di perdita della casa passiva deve essere di 0,6 CAH per ora o meno, che è molto più stretto della casa media. Ecco perché la casa passiva consuma così poca energia per il riscaldamento. D’altra parte, non c’è nessun requisito nel Codice per questo (vedi sotto per saperne di più).

Lo scopo del test della porta soffiante

Per identificare infiltrazioni e perdite, e per ridurle. Perché, come detto prima, sigillare le perdite è un ottimo modo per migliorare l’efficienza energetica delle case in costruzione. E, dato che bisogna comunque comprare e installare barriere al vapore in polietilene da 6 mil, barriere alle intemperie, nastri, sigillanti e strisce di calafataggio… Il prezzo per rendere l’involucro tutto perfettamente stretto non aumenta realmente.

Tutto quello che bisogna fare per migliorare l’ermeticità di una nuova casa è usare cautela e prendere tempo: che senso ha sigillare i giunti di una membrana se non lo si fa bene e l’aria continua a passare? Comprare nastri di migliore qualità è anche una buona idea. Si attaccano meglio e sono efficaci molto più a lungo.

Barriera d’aria, barriera al vapore, barriera contro le intemperie e sigillatura dei giunti con nastro adesivo e strisce di calafataggio © Écohabitation

Alcuni costruttori della vecchia scuola che non padroneggiano la scienza dell’edilizia spesso credono, a torto, che lasciare “respirare” i muri sia una buona cosa. Non è così: la condensa non deve essere intrappolata nei muri, ma i muri devono essere vere barriere d’aria! Sigillate la vostra casa come meglio potete e lasciate che il vostro sistema di ventilazione ERV/RCV faccia il suo lavoro.

Trovare e riparare le perdite d’aria durante un test d’infiltrazione

Segnate questo giorno in agenda: vorrete comprare qualche rotolo di nastro adesivo e invitare la vostra famiglia a una festa “trova il buco e tappalo”. Questo sarà particolarmente utile quando si costruisce una nuova casa, prima di mettere il muro a secco, perché si può sentire l’aria con le dita (o vederla con un bastoncino di fumo). Ma queste perdite saranno difficili o impossibili da trovare senza un test della porta soffiante. Per esempio, quando abbiamo costruito la casa Edelweiss LEED V4 Platinum, i risultati quando abbiamo iniziato il test erano 1,1 CAH, poi scesi a 0,64 dopo che quattro persone hanno passato più di un’ora a sigillare le perdite.

Sigillare e sigillare le perdite nel test della porta soffiante, con nastro uretanico o lattina © Écohabitation
Sigillare e sigillare le perdite durante il test della porta ventilata, usando del nastro adesivo o un barattolo di uretano © Écohabitation

La persona assunta per eseguire il test non vorrà rimanere tutto il giorno senza farvi pagare i suoi servizi. Ecco perché è bene avere molte persone che cercano le perdite allo stesso tempo.

Che dire del lato di una casa esistente? È anche possibile testare e sigillare le perdite più grandi, o almeno determinare da dove proviene la maggiore perdita di calore. Buono a sapersi: c’è ora sul mercato del Quebec un prodotto molto interessante che può sigillare rapidamente, semplicemente e abbastanza efficacemente le perdite di una casa esistente. Questo potrebbe semplificare notevolmente il vostro compito!

Come rilevare le infiltrazioni?

Benjamin Zizi esegue test di infiltrometria da molti anni ormai. Per eseguire la diagnosi, identifica principalmente tre metodi. A mano, con una lampadina fumogena, con una telecamera termica.

A mano

Per Benjamin, questo è il metodo più semplice ed efficace. “Devi solo sentire l’aria che entra. Nella maggior parte dei casi non c’è bisogno di alcuna attrezzatura aggiuntiva, questo metodo funziona sempre. A volte le perdite sono molto facili da individuare: potete sentire l’aria direttamente su di voi come sotto un ventilatore, o potete sentire il sibilo della perdita. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, può essere necessario del tempo per percorrere l’intero edificio. Un valutatore esperto saprà andare dritto ai dettagli della costruzione che di solito sono problematici, e identificare le aree che sono particolarmente importanti durante il periodo di funzionamento. “.

Con una lampadina di fumo

Qui, Benjamin usa una lampadina o una penna di fumo vicino alle infiltrazioni d’aria. “È un metodo più visivo, più spettacolare che con la mano, ma non sempre molto utile perché di solito bisogna già sapere dov’è l’infiltrazione, o essere fortunati! Se volete usarlo, è meglio riservarlo a posti difficili da raggiungere e ai muri divisori, ma non aggiunge molto al metodo manuale”.

Con una termocamera

Come perito, Benjamin porta sempre la sua sui cantieri. “La telecamera termica permette di vedere il vostro edificio con un altro occhio. È molto utile quando fuori fa più freddo perché si può vedere l’aria fresca che entra (dopo qualche minuto di depressurizzazione, si possono identificare i punti freddi, di solito dove l’aria entra). D’altra parte, non è utile quando la temperatura è la stessa fuori e dentro, come in estate, o per le pareti adiacenti per esempio. Negli altri casi, si tratta di un metodo molto efficace che permette di individuare le perdite molto rapidamente. È particolarmente utile nei progetti passivi dove è difficile rilevare perdite molto localizzate e nei progetti passivi dove le perdite d’aria sono troppo diffuse per un’ovvia rilevazione manuale.”

Quali prodotti si dovrebbero usare per il calafataggio?

Quando si parla di calafataggio, si parla di sigillare i punti di penetrazione della barriera d’aria primaria per garantire la continuità e le prestazioni del sistema della barriera d’aria. Per realizzare il calafataggio, dovrebbe essere fornita una serie di prodotti per diversi usi:

  • Calafataggio classico: spesso disponibile in loco, può essere usato se rimane flessibile nel tempo
  • Calafataggio resistente al fuoco: utile per i giunti di penetrazione incombustibili e per gli stop al fuoco
  • Sigillante acustico: molto utile perché rimane flessibile nel tempo e mantiene il pieno potere sigillante
  • Nastro adesivo: utile per i giunti, scegliere nastri da costruzione ad alte prestazioni a base acrilica
  • Nastro per condotti (per condotti): Scegliere nastri a base di butile o in alternativa di polipropilene orientato
  • Schiuma poliuretanica a bassa espansione: comoda per riempire spazi di media grandezza
  • Riempimento di piccole cavità: usare una vescica di schiuma più larga del 25% della cavità, poi sigillare
  • Riempimento di grandi cavità: Usare pannelli rigidi (isolamento, gesso, OSB, compensato, rottami)

Incentivi fiscali e sconti per retrofit efficienti dal punto di vista energetico

Eseguire un test della porta soffiante sarà probabilmente necessario se si desidera ottenere crediti d’imposta per miglioramenti domestici efficienti dal punto di vista energetico. Alcuni comuni offrono anche agevolazioni fiscali e sconti per i miglioramenti energetici. In questo modo, vincerete su tutti i fronti: risparmierete soldi per la ristrutturazione della vostra casa, avrete una casa più confortevole e pagherete meno spese di riscaldamento!

Vi invitiamo anche a consultare i programmi Novoclimat e Rénoclimat. Offrono blower door test e assistenza finanziaria per realizzare il tuo lavoro!

Il blower door test e la certificazione LEED®

Il blower door test è l’unico modo per misurare con precisione l’ermeticità di una casa. Infatti, è obbligatorio ottenere la certificazione LEED®. I risultati del test sono integrati nel calcolo del modello energetico per ottenere la valutazione finale EnerGuide. Un rating minimo è richiesto per soddisfare il prerequisito nella categoria Energia e Atmosfera della certificazione.

Test di tenuta stagna obbligatorio?

Il test di tenuta stagna è obbligatorio in molti codici di costruzione in tutte le province (il nuovo codice energetico della British Columbia è un esempio), così come negli Stati Uniti. Sfortunatamente, il Quebec Construction Code non lo richiede, nonostante il grande interesse nell’eseguire questo test, specialmente in un contesto di aumento dei requisiti del codice energetico. E soprattutto visto che i proprietari di case chiedono case durevoli, ad alte prestazioni e ad alta efficienza energetica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *