Un nuovo salone nel Gers dedicato ai tatuaggi e ai piercing

, Author

Come ti è venuta questa passione per il tatuaggio?

Mi sono tatuato abbastanza giovane, dall’età di 18 anni e avevo iniziato i piercing ancora prima. Allora mi stavo formando come assistente medico-psicologico, che non aveva niente a che fare con questo. E ho incontrato un tatuatore, con il quale sono rimasto per diversi anni. Mi è piaciuto e ho iniziato con una formazione in piercing. Poi ho imparato a tatuare da solo, con una tecnica particolare, senza macchina elettrica, punto per punto, a mano. Questo è chiamato handpoke. È meno traumatico per la pelle e più adatto a zone fragili come le dita, l’orecchio… D’altra parte, è molto più lungo.

Come ti è venuta l’idea dello spettacolo?

Questo è il quarto anno che ho Love in the Anarchy in Plaisance e mi sono abituato a festeggiare l’anniversario del negozio. Ora, l’anno scorso era molto affollato. Ho deciso di creare l’evento in parte per questo motivo, ma anche per permettere ai clienti di scoprire altri tatuatori, altre abilità. Infine, faccio parte di un’associazione che è stata creata due anni fa e che si esibisce e offre spettacoli. Siamo una ventina di membri. È un’opportunità per promuoverlo e anche per far conoscere il negozio.

Che tipo di performance realizzi?

Si gioca con i nostri corpi e gli aghi. Da un lato c’è il play-piercing. Si tratta di mescolare piercing ed estetica. Come fare un finto bustier, praticando una dozzina di fori intorno alla spina dorsale, per far passare il tessuto e creare così il bustier. Pratichiamo anche la sospensione. Una performance in cui siamo appesi per la pelle a dei ganci. Ci sarà una rappresentazione di questa pratica sabato 15 febbraio alle 20:00.

Cosa possiamo trovare nello spettacolo?

Saranno presenti quindici tatuatori, provenienti da tutto il Sud-Ovest: da Bordeaux, dall’Aude, dai Paesi Baschi… Ci sarà anche un’esercitazione, in stand artigianali, di cosmetica biologica. Sarà possibile mangiare sul posto. E, naturalmente, anche per farsi un tatuaggio. Ci sarà anche un tatuatore specializzato nel coprire le cicatrici. Interviene in particolare per le persone che hanno avuto un cancro al seno.

Dici che ci saranno anche degli spettacoli?

Sì, con effetti pirotecnici e un clown, sabato alle 16 e domenica alle 17. Ma ci saranno anche concerti punk, rock, rap… E alla fine della giornata, in entrambi i giorni, i tatuatori presenteranno i tatuaggi che hanno fatto durante lo show.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *