Utilizzo di latte parzialmente scremato o scremato dalla produzione di burro nella produzione di latte scremato in polvere

, Author


Domande:

1) Se una piccola parte di latte parzialmente scremato o scremato dalla produzione di burro viene utilizzata nella produzione di latte scremato in polvere, il prodotto risultante corrisponde alla definizione di latte scremato in polvere nella Food and Drug Regulations (FDR)?
2) Come viene elencato questo latte parzialmente scremato nella lista degli ingredienti sull’etichetta del latte scremato in polvere risultante?

Indietro:

Il latte parzialmente scremato o parzialmente scremato prodotto durante la fabbricazione del burro si riferisce alla frazione liquida rimossa durante il primo passaggio nella zangola continua. Attualmente, l’industria combina questo latte parzialmente scremato dalla fabbricazione del burro con il latte scremato. Il latte scremato standardizzato risultante viene poi trasformato in latte scremato in polvere.

Requisiti normativi:

La definizione di latte scremato in polvere nella FDR recita:

B.08.014. Il latte scremato in polvere, il latte scremato in polvere o il latte scremato in polvere
(a) è latte scremato in polvere;
(b) contiene almeno il 95 per cento della sostanza secca del latte;
(c), nonostante le sezioni D.01.009 e D.01..010, contengono vitamina A aggiunta in quantità tale che una razione giornaliera ragionevole del prodotto lattiero-caseario contenga almeno 1.200 unità internazionali e non più di 2.500 unità internazionali di vitamina A;
d) contengono vitamina D aggiunta in quantità tale che una razione giornaliera ragionevole del prodotto lattiero-caseario contenga almeno 300 unità internazionali e non più di 400 unità internazionali di vitamina D; e
e) possono contenere un agente antischiuma.

Lo standard per il latte scremato nella FDR stabilisce requisiti solo per il contenuto di grassi totali e vitamine A e D. Non stabilisce valori massimi o minimi per proteine e ceneri o requisiti per la composizione degli acidi grassi.

B.08.004 . Il latte scremato
(a) è il latte che non contiene più dello 0,3% di grassi del latte;
(b) è, nonostante le sezioni D.01.009 e D.01.010, contiene vitamina A aggiunta in quantità tale che una razione giornaliera ragionevole di prodotto lattiero-caseario contenga non meno di 1.200 unità internazionali e non più di 2.500 unità internazionali di vitamina A; e
(c) contiene vitamina D aggiunta in quantità tale che una razione giornaliera di prodotto lattiero-caseario contenga non meno di 300 unità internazionali e non più di 400 unità internazionali di vitamina D.

La definizione di latte parzialmente scremato o parzialmente scremato nella FDR recita:

B.08.005 . Il latte parzialmente scremato o scremato in parte
(a) è ottenuto da latte il cui tenore di materia grassa è stato ridotto mediante separazione meccanica o regolato con l’aggiunta di panna, latte o latte scremato o parzialmente scremato, da soli o in combinazione;
(b) è, nonostante le sezioni D.01.009 e D.01..010, contengono vitamina A aggiunta in quantità tale che una razione giornaliera ragionevole del prodotto lattiero-caseario contenga almeno 1.200 unità internazionali e non più di 2.500 unità internazionali di vitamina A; e
(c) devono contenere vitamina D aggiunta in quantità tale che una razione giornaliera ragionevole del prodotto lattiero-caseario contenga almeno 300 unità internazionali e non più di 400 unità internazionali di vitamina D.

Il Codex Standard per le polveri di latte (CODEX STAN 207) menziona che il contenuto minimo di proteine del latte per il latte scremato in polvere è del 34% m/m nella sostanza secca del latte sgrassato (esclusa l’acqua di cristallizzazione del lattosio).

Decisioni:

1) In base alla definizione di latte scremato, se il contenuto di grasso del latte scremato combinato con il latte parzialmente scremato o scremato in parte porta alla creazione di un prodotto liquido contenente meno dello 0,3% di grasso di latte, il latte parzialmente scremato o scremato in parte proveniente dalla fabbricazione del burro può essere combinato con il latte scremato per produrre latte scremato in polvere. Si riconosce che questa pratica ha delle limitazioni dovute agli standard di composizione per il contenuto di grasso del latte scremato.

Il latte scremato in polvere deve soddisfare i requisiti di cui alla sezione B.08.014 del FDR, come specificato dalla sezione 8 dei Canadian Standards of Identity, Volume 1 – Dairy Products e deve soddisfare i requisiti proteici del CODEX STAN 207.

2) L’etichetta del latte scremato in polvere non deve includere un elenco di ingredienti che comprenda questo latte parzialmente scremato o scremato dalla fabbricazione del burro perché è un pre-componente del latte scremato liquido che deve essere essiccato.

(Questa pagina è stata modificata sulla base di un Record of Decision firmato il 15 febbraio 2006, dall’Agenzia.)

Data di modifica: 2019-01-15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *